L’Aquila. Asili nido comunali, al via gli incontri formativi per le educatrici

Le ultime dal Comune di L’Aquila | L’Aquila – 18 febbraio 2017. L’ufficio “Diritto allo studio” del Comune dell’Aquila organizza anche quest’anno un ciclo di incontri formativi per le educatrici degli asili nido comunali, pubblici e privati convenzionati, aderenti al protocollo d’intesa del 18 febbraio 2016. Tra gli argomenti trattati nell’ambito delle giornate formative, che prenderanno il via il 22 febbraio fino al 11 aprile 2017, saranno approfonditi aspetti relativi ad alcune tecniche metodologiche nel lavoro all’interno degli asili nido. Il programma formativo, ideato dal dott. Alberto Baiocchetti, (coordinatore pedagogico asili nido del Comune dell’Aquila), coinvolgerà varie professionalità, tra cui: la dott.ssa Maria Forlini (Coordinatrice pedagogica Teramo, specializzata in musicoterapia ), la dott.ssa Monica D’Agostino (Coordinatrice pedagogica di Pineto, responsabile coordinamento regionale Nidi di Infanzia e membro del Direttivo Nazionale dell’Associazione Nidi di Infanzia), la dott.ssa Nadia Corrieri (Educatrice asilo Casetta Fantasia e Coordinatrice pedagogica a Campli e Poggio Picenze), la dott.ssa Chiara Miccadei (Pedagogista Clinico, Direttore Regionale Anpec Abruzzo), la dott.ssa Laura Ianni (Educatrice asilo Casetta Fantasia L’Aquila), la dott.ssa Giusy Branella (Medico Veterinario) e la dott.ssa Desireee Giuliani (Coadiutore interventi assistiti animali). Tutti gli incontri si terranno presso la Sala Cesare Rivera di Palazzo Fibbioni sito in Via San Bernardino, L’Aquila. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, in giornata, dal servizio informativo del Comune di L’Aquila. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 14, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. L’ingresso è gratuito. Secondo l’assessore alle politiche sociali Emanuela Di Giovambattista “È fondamentale adeguare e aggiornare di continuo i bisogni educativi dei bambini e delle famiglie, con un’offerta di innalzamento del livello di qualità del servizio e dunque anche una formazione condivisa tra tutte le realtà che hanno ritenuto di aderire al protocollo di intesa tra asili pubblici e privati, proposto dal nostro Comune”. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.