Teramo. Lunedì 20 Febbraio riapre anche la Noè Lucidi

Le ultime dal Comune di Teramo | Teramo – 18 febbraio 2017. Sono terminati oggi i lavori disposti dalla Protezione Civile all’indomani dell’evento sismico del 18 Gennaio scorso.L’intervento prevedeva il posizionamento di ulteriori catene, oltre quelle già collocate in precedenza, con l’obiettivo di migliorare la sicurezza e il grado di vulnerabilità dell’edificio.Ora sono necessari alcuni giorni per gli adempimenti amministrativi e per la pulizia della struttura, in modo da essere pronta per ospitare gli scolari.In questi mesi, a partire dall’Ottobre 2016, gli interventi eseguiti presso la scuola Noè Lucidi, sono stati diversi, tutti richiesti dalla Protezione Civile nazionale e tutti finalizzati a migliorare la sicurezza dell’edificio, nel quale tra l’altro, già alcuni anni fa erano stati compiuti lavori di consolidamento al fine di giungere ad un livello di antisismicità che desse le più alte garanzie possibili.Alla luce dei nuovi e recenti lavori, verrà quindi aggiornato il grado di vulnerabilità sismica della Noè Lucidi, al pari delle altre scuole dove si stanno effettuando le analoghe verifiche. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio informazione e comunicazione del Comune di Teramo. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 14, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Pertanto, a partire da lunedì prossimo, i bimbi della Scuola primaria e della Materna, torneranno presso i locali della Noè Lucidi.Con la riapertura di tale scuola, resta chiusa solo la struttura “Pinocchio” – Nido attualmente ospitato presso la Scuola “Lettieri” di via Diaz – danneggiata dalle nevicate del mese scorso, per la quale saranno necessari ancora alcuni giorni, prima della riapertura dell’edificio. L’Ordinanza Galleria fotografica Per visualizzare la foto ad alta risoluzione occorre cliccare sopra l’immagine. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In SecondaPagina su AN24.