Qualita’ dell’aria: intesa tra Arta, Comune di Pescara e CETEMPS per il monitoraggio e le previsioni nell’area metropolitana

Le ultime dall’Arta Abruzzo, Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015 | Pescara – 08 marzo 2017. Arta Abruzzo, Comune di Pescara e CETEMPS (Centro di Eccellenza per l’integrazione di Tecniche di telerilevamento e Modellistica numerica per la Previsione di eventi meteorologici Severi) sigleranno un protocollo d’intesa per la promozione, lo sviluppo e il consolidamento di opportunita’ e iniziative di collaborazione finalizzate al monitoraggio e alla previsione della qualita’ dell’aria nell’area metropolitana. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio informazione e comunicazione dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 01, anche mediante il canale web dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. L’incontro per la sottoscrizione e’ in programma lunedi’ prossimo (13 marzo) alle ore 13 a Palazzo di Citta’. In base alla convenzione, le parti si impegnano reciprocamente «nell’ambito e nel rispetto delle proprie specificita’ e finalita’ istituzionali» a sviluppare in sinergia tecniche di valutazione della qualita’ dell’aria che integrino i dati raccolti dall’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente tramite le centraline della rete di monitoraggio. Dovranno inoltre applicare metodologie di elevata qualita’ scientifica ai processi decisionali, di programmazione e sviluppo del sistema di rilevamento metropolitano, oltre a collaborare nell’organizzazione di eventi legati all’intesa e nella formazione del personale coinvolto e del personale tecnico universitario. L’ambizione comune dei vertici di Arta, Comune e CETEMPS e’ anche quella di partecipare congiuntamente ai tavoli istituzionali, a confronti con le imprese e a progetti in ambito europeo. «La scadenza temporale dell’accordo – spiega il Direttore generale dell’Arta, Francesco Chiavaroli – e’ fissata tra tre anni, ma se conseguiremo i risultati positivi attesi potremo decidere insieme di proseguire e perfezionare le attivita’ nel medio e lungo periodo, per contrastare fattivamente e ridurre l’inquinamento atmosferico». | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente. In SecondaPagina su AN24.