Abruzzo, Contributi per le reti di imprese del settore olivicolo-oleario

Le ultime in materia di sviluppo imprenditoriale e occupazionale | Pescara – 14 marzo 2017. Il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ha pubblicato un Avviso pubblico per la selezione di proposte progettuali da parte delle reti di imprese del settore olivicolo-oleario. L’Avviso e’ stato autorizzato con attribuzione n. SA.47648(2017/XA) dell’ 1 marzo 2017 ed e’ quindi entrato in vigore.  I soggetti beneficiari degli interventi sono le reti di imprese, costituende e/o costituite ai sensi della vigente normativa comunitaria e nazionale, promosse e composte da: agricoltori in attivita'; piccole e medie imprese. Le reti di impresa non ancora costituite al momento della presentazione della domanda di partecipazione devono sottoscrivere il contratto di rete ai sensi della Legge n. 33/2009 e s.m.i., entro sessanta giorni dalla pubblicazione, sul sito web istituzionale www.politicheagricole.it, del decreto di approvazione graduatoria. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio stampa di Abruzzo Sviluppo. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 09, anche mediante il canale web della societa’ in house della Regione Abruzzo, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. I soggetti beneficiari devono essere in possesso dei seguenti requisiti: essere costituite da almeno cinque imprese agricole singole o associate; avere la maggioranza numerica delle imprese, costituenti la rete, rappresentata da aziende agricole; non essere presenti in piu’ reti partecipanti a detto avviso; risultare autonome tra di loro ai sensi della disciplina comunitaria e nel rispetto della definizione di PMI. Non sono pertanto ammissibili, nella stessa aggregazione, le imprese che risultino tra di loro associate o controllate ai sensi dell’art. 2359 c.c. Non sono, altresi’, ammissibili i programmi di intervento presentati da reti costituende e/o costituite le cui imprese, sono ‘imprese in difficolta” o non hanno depositato il proprio bilancio presso la competente Camera di Commercio nell’ultimo anno finanziario; oppure siano destinatarie di un ordine di recupero pendente a seguito di una precedente decisione della Commissione che dichiara un aiuto illegale e incompatibile con il mercato interno. Sono ammissibili a finanziamento spese per: il miglioramento di beni immobili destinati alla commercializzazione del prodotto finito; l’acquisto o il noleggio, con patto di acquisto, di macchinari e attrezzature per il magazzinaggio e la commercializzazione del prodotto finito; l’acquisizione e lo sviluppo di programmi informatici e l’acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali. La domanda di partecipazione deve pervenire al Mipaaf, corredata di tutti documenti richiesti (cfr Avviso), entro e non oltre le ore 17.00 del 3 maggio 2017. Le risorse disponibili per il finanziamento dei programmi di intervento ritenuti ammissibili ammontano ad 4 milioni di euro. L’intensita’ di aiuto non supera il: – 50% dell’importo dei costi ammissibili nelle Regioni Calabria, Campania, Basilicata, Puglia e Sicilia; – 40% dell’importo dei costi ammissibili nelle altre regioni. Il programma di intervento presentato deve avere un importo complessivo non inferiore ad 200 mila e non superiore a 400 mila euro. scarica dal sito abruzzosviluppo.it AVVISO E ALLEGATI Mipaaf, reti d’impresa, settore olivicolo-oleario | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dal Abruzzo Sviluppo. In SecondaPagina su AN24.