Montesilvano. ‘I Tempi di Aldo Moro’, presentazione del libro di Licio Di Biase a Palazzo di Citta’

Le ultime dal Comune di Montesilvano | Montesilvano – 14 marzo 2017. Nel giorno dell’anniversario del suo rapimento, convegno in Sala Consiliare. Giovedi’ 16 marzo ore 16:30«Era il 16 marzo 1978 quando inizio’ la prigionia, durata poi 55 giorni, di Aldo Moro, per mano delle Brigate Rosse. A 39 anni da quei fatti, giovedi’ pomeriggio, ricorderemo questa importantissima figura politica della storia italiana nella Sala Consiliare di Palazzo di Citta’». Lo annuncia l’assessore alla Pubblica Istruzione Maria Rosaria Parlione. Il Comune di Montesilvano in collaborazione con l’Universita’ della Terza Eta’ ha organizzato per giovedi’ 16 marzo alle ore 16:30 la presentazione di ‘I Tempi di Aldo Moro. Le idee, le speranze e le intuizioni dello statista democristiano’, il libro di Licio Di Biase, edito da Solfanelli, insignito del ‘Premio della Critica per la Saggistica’, nell’ambito della V^ Edizione del Concorso Letterario ‘Locanda del Doge’ 2016 di Rovigo, scelto all’unanimita’ dalla giuria tra 400 volumi di saggistica. Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio informativo del Comune di Montesilvano. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 15, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Cosi’ come si legge nella scheda di presentazione del libro, ‘Aldo Moro e’ rimasto nei cuori di molti italiani. Sicuramente e’ il politico di cui si e’ parlato piu’ di ogni altro, dagli anni Settanta in poi. Ma si e’ parlato di Moro soprattutto per la tragedia che lo ha visto coinvolto e che lo ha portato alla morte, rischiando di appannare la valenza etica e la capacita’ dell’uomo di governo. Moro si e’ mosso sullo scenario politico con la consapevolezza che solo la Democrazia Cristiana poteva garantire all’Italia il permanere di un sistema democratico, a tutela delle liberta’. E questo suo progetto si e’ articolato con una Dc, affaticata, che a volte cercava di galleggiare nella prospettiva di rinnovarsi. Aldo Moro e’ stato grande protagonista, fino al rapimento e all’uccisione. Con questo libro ridiamo la parola allo Statista democristiano, attraverso i suoi discorsi, i suoi articoli e le sue gesta. È un modo per capire direttamente dalle sue parole il suo pensiero, superando tutte le libere interpretazioni di cui si e’ arricchita la pubblicistica in questi decenni a partire dalla sua scomparsa’.Tra i relatori, oltre all’autore del libro, la cui prefazione e’ a firma di Bruno Tabacci, anche il giornalista Lorenzo Labarile, direttore di Rete 8, per molti anni addetto stampa di Aldo Moro. Il convegno verra’ coordinato da Maria Rosaria Parlione e verra’ arricchito da letture proposte dall’attore Milo Vallone. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In SecondaPagina su AN24.