Abruzzo, Consiglio regionale. Vigilanza, Febbo: potere ai sindaci in merito a Civeta

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 15 marzo 2017. “La Regione deve assolutamente fare chiarezza e uscire dalla sua ambiguita’ e, soprattutto, ridare potere decisionale ai sindaci del vastese sulle future scelte programmatorie del Consorzio Civeta”. Questo e’ il commento del Presidente della Commissione Vigilanza e Consigliere regionale Mauro Febbo a margine dell’audizione odierna nel corso della quale sono stati ascoltati il commissario del Consorzio, Franco Gerardini e i Sindaci di San Salvo , Monteodorisio , Villafonsina , Casalbordino e Casalanguida . “Innanzitutto – spiega Mauro Febbo – ci troviamo di fronte a un altro caso di probabile incompatibilita’, sicuramente lo e’ dal punto di vista politico.Il commissario Gerardini esercita in questo specifico caso sia il ruolo di controllore che di controllato poiche’ veste la casacca sia da dirigente del Servizio Gestione dei Rifiuti della Regione sia quella di responsabile del Civeta. Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 14, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Un commissariamento fortemente voluto dalla Regione Abruzzo che giuridicamente forse non poteva essere attuato visto che i proprietari dell’Ente sono esclusivamente e solo i Comuni consorziati. Inoltre – rimarca Febbo – emerge anche una mancanza di imparzialita’ sempre della Regione Abruzzo poiche’ solo il Civeta e’ stato commissariato con un dirigente regionale togliendo completamente la facolta’ di scegliere ai sindaci di quel territorio”. “Pertanto – conclude Febbo – e’ urgente continuare a fare chiarezza sul processo di organizzazione e investimenti futuri del Consorzio Civeta come sia indispensabile che i primi cittadini tornino ad essere parte decisionali sul scelte dal momento ch’e’ insopportabile che le comunita’ locali del vastese subiscano l’aumento delle tariffe del conferimento senza che i sindaci vengano coinvolti”. () In PrimaPagina su AN24. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.