Abruzzo, Consiglio regionale. Leandro Bracco: carta dell'anziano per gli over 60

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 17 marzo 2017. Il Consigliere regionale di Sinistra Italiana, Leandro Bracco, presenta un nuovo progetto di legge che propone l’introduzione, sul territorio abruzzese, della “Carta dell’anziano”. L’intenzione del provvedimento e’ quella di attivare un documento digitale contenente le informazioni relative alla salute e alla storia clinica dei cittadini over 60. “La Carta dell’anziano – spiega Bracco – ha in se’ due vantaggi: permettera’ al personale medico che entra in contatto con la persona anziana di conoscere in tempo reale l’integrale storia clinica della stessa attraverso un semplice accesso informatico e offrira’ un notevolissimo aiuto agli anziani medesimi in quanto li sollevera’ dall’onere di esibire, alle varie visite e controlli, tutta la corposa documentazione medica cartacea accumulata negli anni”. Il documento sara’ consultabile esclusivamente dagli operatori del Servizio Sanitario Nazionale operanti nelle strutture regionali. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 14, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. La proposta legislativa prevede la delega al Dipartimento della Salute e del Welfare per la realizzazione di un progetto pilota, della durata di tre anni, consistente nell’introduzione della “Carta dell’anziano” in una delle Aziende Sanitarie Locali situata nel territorio della Regione Abruzzo, allo scopo di valutare i costi complessivi del servizio e il gradimento da parte degli utenti. “Ovviamente – sottolinea Bracco – l’adesione alla “Carta” e’ puramente volontaria in quanto non si puo’ obbligare nessuna persona all’accettazione del servizio offerto dalla stessa considerato che vengono interessati diritti di rilevanza costituzionale quali quello alla salute, alla privacy e al trattamento di dati personali sensibili. Mi auguro – conclude Leandro Bracco – che questa proposta di legge venga approvata il prima possibile in quanto grazie a essa si darebbe ulteriore attuazione al primo comma dell’articolo 32 della Costituzione che prevede che la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettivita'”. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.