Abruzzo, Consiglio regionale. Megalo’ 2, Marcozzi sospendere iter comitato V.I.A.

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 21 marzo 2017. È stata rinviata a giovedi’ 23 marzo, all’Aquila, la discussione del Comitato Via relativa alla costruzione degli argini del fiume Pescara e al Centro Commerciale, quello comunemente chiamato Megalo’ 2, e che dovrebbe sorgere a ridosso del gia’ esistente Megalo’. Sulla questione e’ intervenuto il Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Sara Marcozzi che ha dichiarato: “Quello che ci domandiamo e’ se il Governo regionale e l’amministrazione Comunale di Chieti abbiano a cuore le piccole attivita’ commerciali e le attivita’ storiche della nostra citta’ oppure intendano – avallando l’ennesimo Centro Commerciale – distruggere definitivamente l’economia di una intera citta’. Giovedi’ lo scopriremo”. “Quello che noi chiediamo – ha proseguito Marcozzi – quello che i cittadini di Chieti ci chiedono, e’ che chi governa in Regione e in Comune la smetta di fischiettare per fingere indifferenza di fronte all’ennesima speculazione e si adoperi per tutelare i soggetti piu’ deboli, in questo caso i piccoli imprenditori. Sono quegli stessi imprenditori che subiscono le scelte economiche fallimentari del Governo centrale che hanno subito la totale impreparazione della Regione al maltempo, che pagano tasse troppo alte, che pagano tasse sui rifiuti che aumentano sempre di piu’, che pagano gli stipendi e i costi dei dipendenti. Lavoratori e imprenditori che lottano ogni mattina per alzare la saracinesca. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, in giornata, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 10, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Ci dicano il Presidente D’Alfonso e il Sindaco Di Primio se debbono chiudere una volte per tutte”. Il M5S “annuncia battaglia ed e’ pronto a non retrocedere neanche di un centimetro sulla questione Megalo’ 2 perche’ – come sottolinea Marcozzi – non si tratta solamente un problema ambientale. Troppo spesso si dimentica che il tessuto economico e il mercato del lavoro in Italia, si reggono sulla piccola e media impresa, ed e’ evidente che in citta’ come Chieti, questa sia composta da attivita’ a conduzione familiare. Chieti a oggi presenta 14 agglomerati commerciali per circa 50.000 abitanti, e sappiamo tutti ormai che l’Abruzzo e’ la regione d’Italia con maggiore concentrazione di Grande Distribuzione Organizzata per popolazione. Direi che abbiamo gia’ dato abbastanza”. “Siamo certi – conclude Marcozzi – che oramai i cittadini abbiamo ben compreso chi difende i loro interessi e chi, quotidianamente, mina il loro futuro”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.