Abruzzo, Marchi storici, finanziamento per l’acquisto di servizi specialistici e beni strumentali: dal 4 aprile al via le domande

Le ultime in materia di sviluppo imprenditoriale e occupazionale | Pescara – 27 marzo 2017. Ricordiamo che a partire dalle ore 09:00 del 4 aprile 2017 le micro, piccole e medie imprese con sede legale e operativa in Italia, regolarmente iscritte al registro delle imprese e non sottoposte a procedure di liquidazione, fallimento o altra procedura concorsuale, potranno presentare domanda di finanziamento per l’acquisto di servizi specialistici esterni e di beni strumentali ad uso produttivo correlati alla realizzazione del progetto di valorizzazione del marchio. Lo prevede la misura messa in campo da Ministero dello Sviluppo Economico e Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione, che ha il fine di valorizzare, accrescere e rilanciare i marchi nazionali, esaltando la storia del nostro Paese e provvedere anche al loro rafforzamento per contrastare la contraffazione. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio informazione e comunicazione di Abruzzo Sviluppo. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 10, anche sulle pagine del portale web della societa’ in house della Regione Abruzzo, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Il bando, infatti, mira a sostenere la capacita’ competitiva delle PMI attraverso il rilancio e la valorizzazione produttiva e commerciale dei marchi la cui domanda di primo deposito sia antecedente al 1 gennaio 1967. Lo stanziamento complessivo e’ di circa 4,5 milioni di euro e le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributo in conto capitale fino a all’80% delle spese ammissibili per l’acquisizione di servizi specialistici e del 50% per l’acquisto di macchinari, attrezzature e software. Il progetto di valorizzazione, compilato utilizzando il modello predisposto, puo’ prevedere due fasi:  Valorizzazione produttiva e commerciale del marchio – OBBLIGATORIA (importo massimo dell’agevolazione: 65 mila euro)  Servizi di supporto – FACOLTATIVA (importo massimo: 15 mila euro, ma ciascuna impresa puo’ presentare piu’ richieste per diversi marchi) Per la ‘Fase 1′ sono ammissibili le spese per: Realizzazione di prototipi e stampi. Acquisto di nuovi macchinari e attrezzature ad uso produttivo nonche’ hardware, software e tecnologie digitali funzionali all’ammodernamento e all’efficientamento produttivo, strettamente connessi allo sviluppo del progetto. Consulenza tecnica finalizzata all’ammodernamento e all’efficientamento della catena produttiva, strettamente connessa allo sviluppo del progetto, anche dal punto di vista   energetico – ambientale. Consulenza specializzata nell’approccio al mercato: progettazione di strategia commerciale, progettazione di azioni di marketing e di comunicazione. La ‘Fase 2′, facoltativa, prevede agevolazioni per attivita’ volte al rafforzamento del marchio, alla sua estensione a livello comunitario, internazionale nonche’ all’ampliamento della sua protezione mediante la registrazione dello stesso marchio in ulteriori classi di prodotti/servizi in coerenza con l’oggetto sociale della PMI richiedente l’agevolazione. Se accompagnate dalla richiesta di almeno un altro servizio di cui alla Fase 1, sono ammissibili le spese per: Consulenza per l’attivita’ di sorveglianza mondiale del marchio effettuata nel corso della durata del progetto, per monitorare e prevenire azioni di contraffazione. Consulenza legale per la tutela da azioni di contraffazione del marchio, di cui al punto 6 del Bando. Consulenza per la realizzazione di ricerche di anteriorita’ del marchio, di cui al punto 6 del Bando, finalizzate alla sua estensione a livello comunitario o internazionale. Consulenza per la realizzazione di ricerche di anteriorita’ del marchio, di cui al punto 6 del Bando in ulteriori classi di prodotti/servizi. Tasse di deposito presso UIBM o presso EUIPO. Tasse sostenute presso UIBM o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale. Assistenza per il deposito. Le imprese interessate potranno presentare domanda esclusivamente attraverso posta elettronica all’indirizzo marchistorici@legalmail.it, come detto dal 4 aprile prossimo e fino ad esaurimento delle risorse disponibili. BANDO E MODULISTICA lotta alla contraffazione, Marchi +, Ministero dello Sviluppo Economico | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dal Abruzzo Sviluppo.