Tecnologie. Il Comune di Giulianova al top in Abruzzo per l’investimento sulla banda ultra-larga con velocità fino a 100Mbps nelle scuole e negli uffici comunali. Forte taglio anche alle spese telefoniche dell’Ente che dai 146 mila euro del 2012 so

Le ultime dal Comune di Giulianova | Giulianova – 31 marzo 2017. La realizzazione degli interventi nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) da parte del Comune di Giulianova nel periodo dal 2013 al 2016, ha determinato forti miglioramenti in termini di erogazione di servizi digitali da parte degli uffici comunali e, soprattutto, delle scuole. Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio stampa del Comune di Giulianova. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 10, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. In particolare, sono stati effettuati lavori di ampliamento sulla rete comunale che hanno permesso di collegare tutti gli uffici dell’Ente nonché le scuole ”De Amicis”, “V. Bindi” e “Don Milani” che ora potranno beneficiare della nuova connettività internet in banda ultra-larga fino a 100 Mbps. “Giulianova – dichiara il sindaco Francesco Mastromauro – conquista pertanto il primato in Abruzzo per aver portato la connettività a banda ultra-larga fino a 100Mbps, sia via cavo che in modalità Wi-Fi, all’interno delle scuole, compresi gli uffici delle segreterie amministrative, le aule dei docenti e degli studenti. Le risorse finanziarie necessarie per l’investimento sono state reperite reinvestendo una parte delle economie conseguite dalla riduzione delle spese di telefonia analogico/digitale, intranet ed internet del Comune. Risparmi – prosegue il sindaco – conseguiti grazie a interventi di razionalizzazione e di consolidamento sulla rete locale dell’Ente, eseguiti in economia con le risorse umane interne del Servizio Sistemi Informativi del Comune. Nel 2012, infatti, la spesa ammontava a 146.100,71 euro, ridotta nel 2016 a 96.651,90 euro. Ne consegue quindi un risparmio di 49.448,81 euro. Questo importante risultato ha permesso di raggiungere gli obiettivi previsti dalla Strategia per la crescita digitale 2014-2020 dell’Agenda Digitale Italiana, che prevede l’attivazione, entro il 2020, della banda ultra-larga nei luoghi pubblici, come gli uffici comunali e le scuole. Tutto questo – dice ancora Mastromauro – rappresenta un valido esempio di come sia possibile coniugare la razionalizzazione delle spese con una maggiore qualità nell’erogazione dei servizi digitali non solo per gli uffici pubblici, ma anche e soprattutto per le scuole, con effetti positivi sulla collettività. Obiettivo conseguito grazie al giusto impiego di competenze professionali interne qualificate nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione”. ”Questo primato, di cui siamo fieri e per cui ringraziamo la dirigente Maria Angela Mastropietro e l’amministratore di Sistema del Comune che coordina le attività di implementazione, Gabriele Massimiani”, aggiunge l’assessore alla Pubblica istruzione Nausicaa Cameli, “sottolinea ancora una volta come la scuola rivesta per noi un ruolo fondamentale, e come questa Amministrazione, garantendo l’accesso ultra-veloce ai servizi digitali a supporto della didattica, scommetta davvero sul futuro delle nuove generazioni”. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.