Abruzzo, Consiglio regionale. I Centri di Ricerca all'attenzione dell'Europa

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 31 marzo 2017. Il Presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, questa mattina a Bruxelles, in qualita’ di membro delegato permanente della Commissione SEDEC “Politica sociale, istruzione, occupazione, ricerca e cultura”, ha proposto un emendamento al Progetto di Parere “La dimensione locale e regionale della bioeconomia e il ruolo delle citta’ e delle regioni” che mira a sostenere l’idea di uno stretto coordinamento fra le iniziative volte a promuovere la bioeconomia e lo sviluppo dell’economia sostenibile a livello regionale e locale, anche attraverso il finanziamento diretto dei propri Centri di Ricerca Regionali che operano nei vari settori delle Biotecnologie. Il Progetto di parere e’ stato approvato con l’emendamento proposto da Di Pangrazio e verra’ sottoposto sottoforma di Raccomandazione al Parlamento Europeo. La Commissione Sedec e’ un organo istituito all’interno del Comitato europeo delle regioni , organismo che e’ stato creato nel 1994 quale assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell’Unione europea. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, poco fa, dal servizio informativo del Consiglio. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 15, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Attraverso il CdR, gli enti regionali e locali dell’UE possono avere voce in capitolo sugli sviluppi della legislazione europea che incide sugli enti regionali e locali. “Sono molto soddisfatto – ha affermato Di Pangrazio- la nostra proposta e’ stata accolta e fatta propria dal relatore del Parere, adesso la partita politica si sposta in sede di Parlamento Europeo dove la nostra raccomandazione dovra’ essere presa in considerazione. Ho sempre ritenuto importante il lavoro dei Centri di Ricerca regionali ed anche in Europa sto cercando di tenere alta l’attenzione su questi organismi in cui sono presenti professionalita’ e patrimonio di conoscenza utili per la nostra Regione.” In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.