Giulianova. Il 5 aprile in Sala "Buozzi" presentazione del libro "Vivi l’Italia" di Alessandra Gasparroni.

Le ultime dal Comune di Giulianova | Giulianova – 03 aprile 2017. Mercoledì 5 aprile, alle ore 18 nella Sala “Buozzi” di Giulianova Alta, verrà presentato il nuovo volume di Alessandra Gasparroni “Vivi l’Italia. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio stampa del Comune di Giulianova. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 12, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Tra storia e antropologia” (Ricerche&Redazioni). Dopo i saluti della vicesindaco con delega alla Cultura Nausicaa Cameli, interverranno la presidente dell’associazione culturale “Gruppo Orao” Maria Luisa Falanga, il giornalista e saggista Sandro Galantini e l’autrice. Con “Vivi l’Italia” Alessandra Gasparroni propone un intrigante “tour” nelle tradizioni popolari di molteplici regioni italiane, dall’Abruzzo alla Lombardia, dalla Puglia alla Sicilia, dal Molise alla Sardegna all’Emilia-Romagna, mettendo in rapporto tra loro usi, costumi, credenze, oggetti e utensili. Un avvincente viaggio di 144 piacevolissime pagine nell’anima stessa degli italiani in cui agli aspetti più propriamente demo-etno-antropologici l’autrice affianca storia, letteratura e cinematografia con l’invito a visitare o rivisitare luoghi italiani molto conosciuti o mai percorsi. Alessandra Gasparroni, laureata in Lettere all’Università dell’Aquila, ha svolto attività di ricerca e docenza nelle Università di Teramo, Chieti e di Cassino ed è stata anche consulente esterna, relativamente al settore etno-antropologico, dell’Ufficio di Teramo della Soprintendenza ai Beni Storici Artistici e Etnoantropologici d’Abruzzo. Attualmente collabora con l’Università di Teramo, Facoltà di Scienze della Comunicazione, insegnamento “Sacro e identità di genere nella cultura europea”, ed è docente all’Università della terza età di Giulianova. Autrice di numerose pubblicazioni, si occupa di devozione popolare, rito e feste, cibi rituali, costumi e oreficeria popolare, studio delle abitazioni, universi simbolici legati alle comunità di eredità. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.