Abruzzo, Consiglio regionale. Periferie, Pettinari (M5S) portavoce dei cittadini

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 10 aprile 2017. Nel corso di una conferenza stampa, il Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Domenico Pettinari, ha portato la voce di centinaia di cittadini che continuano a vivere in situazione di forte disagio in quartieri della citta’ di Pescara e che si sono uniti tutti insieme per la prima volta. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 09, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. “Siamo qui – ha dichiarato Pettinari – perche’ siamo convinti che rimanendo uniti la voce sia piu’ forte. Mentre la politica sembra spingere ad una guerra tra poveri ponendo i cittadini contro i cittadini in un rimbalzo continuo delle responsabilita’, il M5S ha aperto un dialogo con questi cittadini con il risultato di una connessione tra persone che vivono lo stesso disagio. E’ arrivata cosi’ una richiesta di aiuto corale alle istituzioni sorde che, a detta dei cittadini, nelle periferie continuano a vedere solo terreno fertile durante la campagna elettorale”. “Come testimoniano i residenti nelle case Ater di Pescara e non solo – ha aggiunto Pettinari – perche’ molte situazioni simili sono a Montesilvano ed in altri comuni della provincia, gli intonaci cadono dai cornicioni, ci sono infiltrazioni d’acqua che rendono gli ambienti umidi e pieni di muffa. Sono luoghi insalubri, lo ha certificato anche la Asl senza contare quei palazzi dove gli ascensori sono rotti ed anziani e disabili in alcuni casi sono segregati in casa senza poter uscire. Cosa ha intenzione di fare l’amministrazione regionale? Vuole lasciare queste persone abbandonate al loro destino? Il M5S dopo aver ascoltato i cittadini e verificato con i propri occhi la situazione ha portato delle proposte all’interno del consiglio regionale durante la fase dell’ultima seduta utile per il bilancio di previsione 2017″. “Abbiamo chiesto di stanziare circa 4 milioni di euro per le case di edilizia popolare di competenza regionale – ha affermato Pettinari – non lo hanno fatto ed oggi siamo costretti a richiamare ancora l’attenzione perche’ le problematiche sono tante e non ci si puo’ nascondere dietro un dito. Non regge piu’ la confusione che si vuole generare nell’opinione pubblica dei pescaresi cercando di limitare la visione delle periferie della citta’ in quartieri dove abitano solo delinquenti e dove si commettono atti illeciti. I quartieri popolari sono abitati prevalentemente da cittadini onesti che hanno solo la colpa di una situazione economica disagiata. Una societa’ civile deve farsi carico proprio dei cittadini in difficolta’, altrimenti non puo’ definirsi tale. Una periferia riqualificata significa un tessuto sociale rinnovato, un senso di appartenenza positivo e quindi piu’ solidarieta’ e sicurezza tra i cittadini dare maggiore dignita’ a chi si sente oggi abbandonato dalle istituzioni e’ un passo avanti verso la risoluzione di molti problemi, non solo quelli strutturali. Un giovane costretto a vivere in una periferia disagiata e’ condannato a crescere male. Questo non puo’ piu’ essere consentito. Attendiamo che il Presidente D’Alfonso con la sua Giunta diano finalmente un segnale concreto. Molte di queste persone – ha concluso Pettinati – non possono aspettare la campagna elettorale per vedere qualche piccolo intervento di manutenzione”. () In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.