Chieti. Anche nel giardino del Convitto Nazionale ‘G.B. Vico’ trova dimora l’albero della pace proveniente da Nagasaki

Le ultime dal Comune di Chieti | Chieti – 11 aprile 2017. L’Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietro, e l’Assessore alla Cultura e Manifestazioni, Antonio Viola, questa mattina, presso il giardino del Convitto Nazionale ‘G.B. Vico’, alla presenza della Dirigente prof.ssa Paola Di Renzo, del presidente dell’Associazione ‘Noi del Vico’, Stefano Marchionno, e del vice presidente dell’Associazione Abruzzo-Giappone, Giuseppe Tragnone, hanno preso parte alla cerimonia di piantumazione di un albero di kaki proveniente dalla citta’ giapponese di Nagasaki nell’ambito del progetto mondiale ‘Kaki Tree Project’ che intende diffondere, soprattutto tra le giovani generazioni, valori quali speranza, non violenza e amore per la vita. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio informazione e comunicazione del Comune di Chieti. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 18, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia.  Si tratta del secondo esemplare ospitato a Chieti dopo quello gia’ messo a dimora presso la Scuola Primaria di via Pescara. Nel corso della partecipata cerimonia, che si e’ aperta con l’esibizione del Coro d’Istituto, e’ stata data lettura di un messaggio di pace in italiano, inglese e giapponese, nonche’ del messaggio del dottor Ebinuma, botanico di Nagasaki. Alcuni alunni del Liceo Artistico ‘Nicola da Guardiagrele’, hanno dato vita ad una estemporanea di pittura. La manifestazione e’ stata preceduta da un incontro svoltosi presso la Sala Manzini dell’istituto scolastico nel corso del quale e’ stata sottolineata l’importanza dei valori simbolici dell’albero di kaki di Nagasaki la cui piantumazione suggella il sodalizio con il Giappone e la riscoperta di una parte importante delle nostre radici storico culturali. La citta’ di Chieti ha, infatti, dato i natali a Padre Alessandro Valignano, il gesuita considerato a buon diritto ‘padre’ delle relazioni internazionali tra Italia e Giappone e ideatore della prima missione di ambasceria giapponese all’estero. Quel ponte ideale con l’Europa e l’Italia e’ stato di recente consolidato grazie al Patto di Amicizia siglato tra il Comune di Chieti e la citta’ di Minamishimabara.A Padre Valignano sara’ dedicato un importante convegno realizzato grazie al contributo dell’associazione ‘Noi del G.B. Vico’ che si svolgera’ domani, mercoledi’ 12 aprile, alle ore 16,30 presso la Sala Manzini del Convitto Nazionale. Sara’ presentato il volume ‘Dialogo sulla missione degli ambasciatori giapponesi alla Curia romana e sulle cose osservate in Europa e durante tutto il viaggio’, a cura della prof.ssa Marisa Di Russo. Interverra’, tra gli altri, il prof. Stefano Trinchese, Direttore del Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali dell’Universita’ ‘G. d’Annunzio.   | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In SecondaPagina su AN24.