Abruzzo, Consiglio regionale. Bracco: introdurre in Abruzzo gli eco compattatori

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 14 aprile 2017. Il Consigliere regionale di Sinistra Italiana, Leandro Bracco, propone l’installazione sul territorio abruzzese degli eco compattatori. L’indicazione e’ contenuta in un progetto di legge che intende migliorare il sistema della raccolta differenziata e abbattere i costi del servizio. “Queste apparecchiature – spiega Bracco – permettono una riduzione fino all’80% del volume dei rifiuti destinati al riciclaggio, abbassano i costi per la raccolta, il trasporto e il deposito e generano ampi margini di guadagno sulla vendita derivante dal riciclo di plastica e alluminio”. I cittadini potranno conferire nei nuovi tecnologici cassonetti “mangia spazzatura” bottiglie e lattine in qualsiasi momento della giornata smaltendo con frequenza gli ingombri di rifiuti in casa e contribuendo due volte al rispetto per l’ambiente: incentivando il riciclaggio e consentendo una notevole riduzione di CO2 emessa dai mezzi portarifiuti che ridurranno le corse dai cassonetti ai centri di stoccaggio. Secondo le intenzioni della norma, la societa’ che per bando si aggiudichera’ il servizio, dovra’ fornire gratuitamente gli eco compattatori occupandosi della loro gestione e della raccolta. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 17, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. La Regione dovrebbe garantire esclusivamente l’energia elettrica per il funzionamento degli apparecchi, un costo, quest’ultimo, che la legge consentirebbe di recuperare introducendo l’obbligo per la societa’ aggiudicataria di corrispondere alla Regione Abruzzo il 10% dei ricavi totali ottenuti dalla vendita del prodotto riciclato. “La legge – dice Bracco – se approvata, darebbe impulso alla raccolta differenziata e alla tutela dell’ambiente e fornirebbe alla Regione un introito non trascurabile, il tutto senza gravare sul bilancio. Gli eco compattatori sono gia’ una realta’ in molti territori italiani e – conclude il Consigliere SI – dove sono stati introdotti, hanno consentito un rilancio importante delle tematiche ecologiche e ispirato campagne di comunicazione utili al potenziamento della raccolta differenziata”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.