Abruzzo, Presentato a L’Aquila l’Avviso pubblico per progetti sperimentali sul 5G

Le ultime in materia di sviluppo imprenditoriale e occupazionale | Pescara – 20 aprile 2017. “Le prospettive sono straordinarie; l’Italia, e’ il primo paese europeo a partire con la sperimentazione del 5G, in cinque citta’ che, ne siamo certi, sapranno aprire la strada ad una grande opportunita’ per tutto il Paese”. Cosi’ il sottosegretario allo sviluppo economico con delega alle telecomunicazioni, Antonello Giacomelli, intervenuto ieri mattina al convegno sull’avvio della sperimentazione del 5G a L’Aquila, organizzato all’aula magna del Dipartimento di Scienze Umane di Univaq. “Come le altre citta’ coinvolte nel progetto (Milano, Prato, Bari e Matera, ndr), infatti, L’Aquila sara’ riferimento per gli operatori e le aziende innovative che intendono scommettere su una tecnologia che rivoluzionera’ la nostra vita in modi che, al momento, non possiamo neanche immaginare”, ha aggiunto il sottosegretario. Giacomelli ha spiegato i motivi che sottendono alla scelta delle cinque citta’ individuate per la sperimentazione: “Tre citta’ sono state individuate sulle base di condizioni ottimali di connettivita': Milano, grande metropoli del Nord, Prato, tra i piu’ importanti distretti manifatturieri d’Europa, Bari, capitale viva del Mezzogiorno; poi, abbiamo individuato Matera per il ruolo che svolgera’ come capitale Europea della cultura e L’Aquila, appunto, che ha fatto una scelta di ricostruzione puntando sull’innovazione: con i sottoservizi, infatti, la connettivita’ offerta in citta’ e’ straordinaria, e si combina con un Ateneo che ha deciso di puntare su progetti avanzatissimi in questo settore”. Di ‘grande opportunita’ che permette a L’Aquila di entrare direttamente nel futuro’ ha parlato invece il vicepresidente della Giunta regionale d’Abruzzo, Giovanni Lolli, che ha fatto gli onori di casa nella presentazione del bando: Con la pubblicazione, lo scorso marzo, dell’avviso pubblico relativo ai progetti per la sperimentazione del 5G, inizia dunque il cammino per dotare l’Italia di una tecnologia per reti mobili di V generazione. Il 5G non e’ semplicemente un’evoluzione del 4G, ma e’ una piattaforma che apre nuove opportunita’ di sviluppo. Si tratta di una tecnologia abilitante per servizi innovativi che cambieranno profondamente, ad esempio, il modo di vivere e di spostarsi dei cittadini o il modo stesso di produrre da parte delle imprese. E’ una tecnologia in forte discontinuita’ con il passato sia per quanto riguarda la velocita’ che il tempo di latenza; ha potenzialita’ enormi sul fronte dei servizi che potranno essere sviluppati e sara’ volano di crescita per il nostro sistema produttivo. Il bando del Ministero non ha la sola finalita’ di sperimentare la rete 5G da un punto di vista infrastrutturale, viene richiesto infatti di presentare progetti che saranno valutati sia rispetto alla parte infrastrutturale che a quella dei servizi che saranno sperimentati. Il bando non e’ quindi rivolto solo agli operatori TLC ma anche ad altri soggetti di livello nazionale ed internazionale che vogliono sperimentare servizi con la tecnologia 5G, ad universita’, enti e centri di ricerca ed e’ incentivato il coinvolgimento di Pmi locali, startup ed enti pubblici. I lotti di gara per i quali presentare progetti sono tre: il primo riguarda il territorio della citta’ metropolitana di Milano, il secondo comprendera’ la citta’ di Prato e L’Aquila, il terzo Bari e Matera. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio informativo di Abruzzo Sviluppo. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 15, anche mediante il canale web della societa’ in house della Regione Abruzzo, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Le domande potranno essere presentate entro il 15 maggio; entro il 14 luglio saranno selezionati i progetti che partiranno per la fine dell’anno. La sperimentazione durera’ fino al 2020. Avviso pubblico per progetti sperimentali sul 5G 5G, Antonello Giacomelli, Giovanni Lolli, L’Aquila, ricerca, TLC | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dal Abruzzo Sviluppo. In SecondaPagina su AN24.