Montesilvano. Fondi Europei, Maragno: "Per cogliere le opportunita’ bisogna fare rete"

Le ultime dal Comune di Montesilvano | Montesilvano – 21 aprile 2017. Seminario informativo a Palazzo di Citta’Potenziare l’informazione e fare rete. Sono questi i due principali mezzi affinche’ le imprese possano accedere piu’ agevolmente alle occasioni derivanti dai fondi europei. È quanto emerso nel corso del seminario informativo “Opportunita’ per il rilancio delle imprese in Abruzzo: i fondi europei e gli strumenti per l’internazionalizzazione”, organizzato dal Comune di Montesilvano in collaborazione con Consorzio Punto Europa – Europe Direct Teramo.«Stiamo attraversando un periodo di grande difficolta’ economica, legata anche alla scarsa competitivita’ delle imprese – ha dichiarato il sindaco di Montesilvano, Francesco Maragno in apertura dei lavori, moderato dalla presidente della Commissione Politiche Comunitarie, Angelita Palumbo -. È giunto il momento di puntare l’attenzione su nuovi mercati e per farlo dobbiamo attingere a quel grande tesoretto che e’ rappresentato dai finanziamenti europei. Abbiamo organizzato questa giornata di riflessione per fornire gli strumenti necessari per cogliere tali opportunita’. Crediamo che per massimizzare i vantaggi sul territorio sia importante fare rete e sinergia. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, in giornata, dal servizio informativo del Comune di Montesilvano. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 12, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Proprio in tale direzione abbiamo aderito al Consorzio Punto Europa, al fine di intercettare queste risorse».«L’Italia e’ purtroppo molto indietro per quanto riguarda l’utilizzazione dei fondi europei – ha aggiunto l’assessore Maria Rosaria Parlione -. Con questo seminario vogliamo restituire speranza soprattutto ai giovani del nostro territorio, affinche’ possano dare inizio ad un loro percorso, proprio grazie ai fondi europei».L’incontro e’ stato caratterizzato dagli interventi tecnici di Paola Casalena, del Cope di Teramo che ha illustrato l’attivita’ dello sportello, «centro ufficiale di informazione della Commissione Europea. Il primo gap in questo settore – ha sottolineato – e’ dovuto alla mancanza di informazione. Noi vogliamo colmare questo vuoto informativo, attraverso consulenze e nell’attivita’ che ci vede impegnati nella redazione di bandi europei diretti o indiretti».Le differenze tra fondi diretti e indiretti sono state illustrate da Alessandro Perfetti, project manager del Consorzio Punto Europa. I primi sono quelli erogati dall’UE sulla base delle risorse che ciascun Stato Membro mette a disposizione, i secondi invece sono quelli affidati alle Regioni. Perfetti ha poi sviscerato alcune opportunita’ in favore di giovani ed imprese come “Erasmus per i giovani imprenditori”, un programma di mobilita’ che mira a formare nuovi imprenditori attraverso esperienze lavorative all’estero.Altre opportunita’ concrete sono state descritte dal vicepresidente di Confindustria Chieti – Pescara, Alessandro Addari, quali i voucher per l’internazionalizzazione, ossia contributi a fondo perduto per quelle imprese che vogliono avvicinarsi a mercati esteri, avvalendosi della consulenza di un export manager. «Sono molti i programmi che possono agevolare le imprese, ma affinche’ il tessuto produttivo faccia un salto – ha sintetizzato Addari – e’ importante assumere un atteggiamento di proiezione internazionale e fare rete con le altre aziende». | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.