Abruzzo, Contributi per la trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura, avviso in scadenza

Le ultime in materia di sviluppo imprenditoriale e occupazionale | Pescara – 21 aprile 2017. Fino alle ore 14 del 28 aprile 2017 sara’ possibile inviare (tramite la piattaforma informatica all’indirizzo internet http://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici ) le domande d’accesso ai contributi previsti dal P.O. FEAMP 2014/2020, MISURA 5.69 per la trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio informativo di Abruzzo Sviluppo. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 12, anche mediante il sito internet della societa’ in house della Regione Abruzzo, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Questa misura concorre a migliorare la competitivita’ delle PMI e il settore della pesca e dell’acquacoltura, attraverso la promozione di investimenti nella trasformazione dei prodotti ittici. Sono considerate ammissibili al finanziamento del FEAMP le spese sostenute a decorrere dal 01/09/2015 per: Contribuire a risparmiare energia o a ridurre l’impatto sull’ambiente, incluso il trattamento dei rifiuti; Migliorare la sicurezza, l’igiene, la salute e le condizioni di lavoro; Sostenere la trasformazione delle catture di pesce commerciale che non possono essere destinate al consumo umano; Trasformare i sottoprodotti risultanti dalle attivita’ di trasformazione principali; Trasformare i prodotti dell’acquacoltura biologica conformemente agli articoli 6 e 7 del regolamento (CE) n. 834/2007; Realizzare prodotti nuovi o migliorati, a processi nuovi o migliorati o a sistemi di gestione e di organizzazione nuovi o migliorati. Sono ammissibili a proporre istanza di contributo le Micro, Piccole e Medie Imprese aventi sede legale/operativa nel territorio regionale. A pena di esclusione, la spesa minima ammissibile non puo’ essere inferiore ad € 100.000. La Misura prevede un’intensita’ massima dell’aiuto pubblico pari al 50% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari. P.O. FEAMP 2014/2020, pesca, prodotti ittici, Regione Abruzzo | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa di Abruzzo Sviluppo. In SecondaPagina su AN24.