Abruzzo, Consiglio regionale. Pettinari (M5S) in merito a intercettazioni D'Alfonso

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 24 aprile 2017. “Il Presidente di Regione ci venga a spiegare il contenuto delle intercettazioni che lo riguarderebbero citate oggi sul quotidiano Il Centro. Queste sono le spiegazioni che deve ai cittadini non le conferenze stampa vuote dove si parla di tutto tranne che di quello che interesserebbe veramente”. Questo l’incipit della nota del Consigliere regionale M5S, Domenico Pettinari che prosegue: “Pretendiamo che venga in Consiglio a riferire esclusivamente sul contenuto delle intercettazioni emerse e, se poi vuole fare una conferenza stampa, la faccia sul contenuto delle intercettazioni. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio informativo del Consiglio. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 13, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Non deve spiegare altro. Non deve divagare come suo solito. Chiamato da me a riferire sembrerebbe aver detto che riferira’ in Consiglio. Ebbene lo faccia il prima possibile ma soprattutto oggi, a maggior ragione, ci spieghi cosa significano queste intercettazioni. Non e’ piu’ una questione di indagine a suo carico. Quello che ci interessa capire e’ il meccanismo di decisioni adottate da questa amministrazione regionale, come si compiono gli atti, in quali sedi si istruiscono e si completano i provvedimenti amministrativi. Queste sono le domande che una forza di opposizione come la nostra sente di chiedere al Governatore esercitando in questo modo le nostre prerogative di sindacato ispettivo nei confronti dell’organo politico”. “Ancora una volta dobbiamo ringraziare gli organi di giustizia – continua il Consigliere M5S – ai quali troppo spesso e’ delegata l’attivita’ di rilettura degli atti e dei comportamenti assunti. Queste notizie ci convincono ancora di piu’ della necessita’, purtroppo, di segnalare presunte irregolarita’ all’Autorita’ giudiziaria perche’ senza l’opera di accertamento non avremmo mai saputo cio’ che oggi emerge dagli organi di stampa in tutta la sua drammaticita’ e negativita'”. “La politica – conclude Pettinari -non dovrebbe delegare esclusivamente alla magistratura il controllo di legalita’ e la ricerca della verita’ ma purtroppo, in questo Paese, la politica sembra aver perso quegli anticorpi necessari per evitare tale ricorso”. () | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.