Abruzzo, Consiglio regionale. Smargiassi: soppressi i distaccamenti Polstrada

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 27 aprile 2017. Il Consigliere Regionale del movimento 5 stelle Pietro Smargiassi ha depositato questa mattina una risoluzione volta a contrastare la decisione del Capo della Polizia di chiudere la sezione polstrada di Vasto. “Il provvedimento e’ assolutamente anacronistico e comunque non in linea con le attuali esigenze di sicurezza invocate dai cittadini del territorio, a fronte dei continui fatti criminosi che stanno interessando la zona in maniera purtroppo costante . La risoluzione che ho posto all attenzione della V^ commissione consiliare” spiega il consigliere “e’ in linea con le preoccupazioni emerse da piu’ parti, non ultime quelle evidenziate nel corso del recente convegno sulla sicurezza e legalita’, tenutosi a Vasto, dove anche il Procuratore Nazionale antimafia Roberti ha avuto modo di chiarire come occorra maggior attenzione verso l’evoluzione della criminalita’ organizzata in Abruzzo. Per questo motivo – prosegue il consigliere – il provvedimento di soppressione appare distante dalle attuali preoccupazioni dei cittadini. Spero che la mia iniziativa, come anche quelle che verranno poste in essere da altri ad esempio dall’avvocatura comunale di Vasto su impulso del sindaco Menna, possano servire a mantenere in vita un servizio avvertito come necessario ed importante dalle comunita’ locali”. Il consigliere del M5S conclude poi dichiarando che “occorre dare una risposta forte alla malavita che sembra trovare nel nostro territorio terreno fertile e per certi versi impreparato. Siamo d’altro canto preoccupati dal crescente senso d’impotenza dei cittadini che non vorremmo diventasse rassegnazione. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 17, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Ritengo che solo un numero crescente di forze dell’ordine sul territorio, il tornare indietro su decisioni che paiono discutibili ed il supporto della politica alle forze di polizia, siano le prime risposte che lo Stato debba dare.” In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.