L’Aquila. Progetto di formazione di protezione civile: coinvolti circa 2mila studenti

Le ultime dal Comune di L’Aquila | L’Aquila – 28 aprile 2017. Si è appena concluso il progetto educativo per la diffusione della cultura di protezione civile nelle scuole del comprensorio, promosso dall’Ufficio di Protezione Civile ed Eventi di Rilevanza Territoriale del Comune dell’Aquila. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio informazione e comunicazione del Comune di L’Aquila. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 18, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. La finalità dell’iniziativa era quella di diffondere una cultura di protezione civile nei futuri cittadini. Lo rende noto l’Ufficio comunale di Protezione civile. L’attività, in collaborazione con l’Università dell’Aquila – Dipartimento Mesva, iniziata nel mese di gennaio 2017, ha interessato le ultime classi degli istituti superiori e delle scuole medie, per un totale di 1306 studenti e relativi insegnanti. Per il secondo anno consecutivo, comunica l’Ufficio di Protezione civile, la formazione ha coinvolto anche 498 bambini delle classi quinte della scuola primaria, attività quest’ultima svolta in collaborazione conle Organizzazioni di Protezione Civile del Comune dell’Aquila e con le unità cinofile. “La scelta – si legge in una comunicazione della protezione civile comunale – è stata motivata dal fatto che i ragazzi, rappresentando sicuramente un bacino di utenza privilegiato, diventeranno cittadini consapevoli non solo delle situazioni di pericolo ma anche degli strumenti di prevenzione, soprattutto in caso di terremoto, e saranno loro stessi divulgatori delle buone pratiche di protezione civile anche nelle loro famiglie. L’attività, che ha raggiunto complessivamente circa duemila studenti, ha l’obiettivo di essere ripetuta ogni anno, al fine di poter formare tutte le future generazioni attraverso i tre livelli di istruzione”. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente. In SecondaPagina su AN24.