Abruzzo, Consiglio regionale. Sin di Bussi, M5S: rischi per l'amministrazione

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 02 maggio 2017. Il Movimento 5 Stelle e’ intervenuto in merito alla vicenda del sito inquinato di Bussi. “Il Sindaco di Bussi e successivamente il Consiglio comunale – si legge in una nota – hanno dato la disponibilita’ ad acquisire le aree che dovranno essere sottoposte ad intervento di bonifica in quanto la societa’ Solvay, proprietaria del sito, ha ribadito “di non prestare acquiescenza all’iniziativa Commissariale, comunque realizzata, senza che l’area passi alla disponibilita’ pubblica”. Per quale motivo la Solvay non e’ disponibile? Quali sono i vantaggi per la comunita’? Non e’ possibile trovare altre soluzioni?”. “Non e’ un azzardo dubitare della bonta’ dell’operazione in questione – prosegue la nota del M5S – in quanto il proprietario dell’area inquinata deve sicuramente assicurarne la custodia e ne diventa direttamente responsabile. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 16, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Inoltre cosa accadrebbe se la bonifica non venisse conclusa? Quali responsabilita’ ricadrebbero sul comune di Bussi e quindi sulle spalle del cittadino? È evidente che questo accordo di programma appare un compromesso a vantaggio di privati a cui si stanno togliendo le castagne dal fuoco”. “La questione e’ sicuramente da approfondire – precisano i Consiglieri regionali M5S, Sara Marcozzi e Domenico Pettinari – analizzando la documentazione e’ evidente che diversi aspetti andrebbero chiariti, soprattutto riguardo alla richiesta di disponibilita’ di Solvay ai fini delle operazioni necessarie per operare una eventuale bonifica sui siti inquinati. Non capiamo per quale motivo non si possa procedere alla occupazione temporanea dei siti inquinati per intervenire con le operazioni di bonifica”. “Sicuramente – concludono i Consiglieri M5S – avvieremo ulteriori iniziative per vederci chiaro”. () In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.