Pescara, Provincia. LE PROVINCE NON HANNO RISORSE SUFFICIENTI PER LA GESTIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DI STRADE E SCUOLE. LE PROPOSTE DELL’UPI

Le ultime dalla Province abruzzesi | Pescara – 10 maggio 2017. La Legge 56 del 2014, la cosiddetta Legge Delrio, ha portato a conclusione un processo di ridimensionamento delle Province avviato dal Governo Berlusconi prima, e Monti dopo.Insieme alla riduzione delle funzioni e il forte ridimensionamento della parte elettiva, la legge 56 ha ridisegnato confini e competenze dell’amministrazione locale, trasformando le Province in enti di secondo livello. Con la legge finanziaria 190/14 il Governo e il Parlamento, spinti dalla certezza che in un arco temporale di tre anni la riforma costituzionale avrebbe portato all’abolizione delle Province, decisero di tagliare in anticipo 3 miliardi di risorse ai bilanci di Province e Citta’ metropolitane. Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio informativo della Provincia di Pescara. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 11, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Risorse destinate alla copertura delle funzioni fondamentali attribuite a questi enti dalla Legge 56/14 ed in particolare: – la manutenzione, messa in sicurezza, gestione ordinaria e straordinaria dei 130 mila chilometri di strade provinciali; – la gestione ordinaria, manutenzione e messa in sicurezza, nonche’ spese di gestione utenze, per le oltre 5100 scuole secondarie di secondo grado italiane; – la predisposizione di interventi e opere a difesa dell’ambiente e per il contrasto al dissesto idrogeologico; – la pianificazione territoriale e dei trasporti. Questa errata decisione ha fatto si’ che in questi tre anni una istituzione costitutiva della Repubblica sia stata privata delle possibilita’ di assicurare servizi adeguati ai cittadini. Cosa propongono oggi le Province italiane, per far fronte al dissesto cui stanno avviando tutte? Scarica qui il Documento dell’Unione delle Province d’Italiapresentato il 3 maggio in audizione Commissioni Riunite Bilancio Camera dei Deputati – Senato della Repubblica e relativo al Decreto Legge n.50 “Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo” Ultimo aggiornamento ( Giovedi’ 04 Maggio 2017 14:15 ) | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente. In PrimaPagina su AN24.