Abruzzo, Consiglio regionale. L'ospedale di Penne verso la chiusura definitiva?

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 11 maggio 2017. “Chiuso per ferie, questo diranno ai pazienti che vorranno ricoverarsi presso l’Ospedale di Penne dal 1 giugno fino al 1 settembre. Sembra una barzelletta, ma purtroppo non c’e’ niente da ridere. Avevamo detto da tempo che l’Ospedale di Penne avrebbe subi’to una simile mortificazione e ad oggi con questa disposizione si attua un procedimento che danneggia il territorio e chi lo abita”. A parlare e’ Domenico Pettinari, commentando la disposizione aziendale che nei mesi estivi, per consentire al personale di andare in ferie, come si legge nel testo, ridurra’ drasticamente i servizi chiudendo totalmente alcuni reparti. “La cosa che piu’ preoccupa – continua Pettinari   – e’ che questa sia una prova generale per una chiusura definitiva e non temporanea. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio informativo del Consiglio. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 15, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Allarmante anche l’invito a recarsi in strutture esterne accreditate, tra cui anche le cliniche private. Dunque ci troviamo davanti ad un ospedale pubblico che invita i pazienti ad andare in strutture private. Siamo fuori da ogni buona logica. Gia’ mesi fa avevamo denunciato la mancata accettazione per i codici rossi nel Pronto Soccorso, oggi un altro triste capitolo per un ospedale che temiamo vada verso l’inesorabile chiusura. Per il M5S – prosegue Pettinari – il presidio di Penne e’ in una posizione che lo rende necessario: la zona e’ limitrofa a localita’ montane, ad una grande area interna ed e’ lontano da altri presidi ospedalieri come Pescara o Chieti, una distanza che in alcuni casi puo’ rappresentare la differenza tra la vita e la morte di un paziente. L’Abruzzo ha bisogno di una sanita’ che guardi al territorio regionale come un’unica area su cui garantire un servizio efficace e fruibile, senza pensare a ingiustificati tagli e mastodontiche strutture in aree gia’ servite”. () In PrimaPagina su AN24. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.