Abruzzo, Consiglio regionale. Interpellanza in merito a Piattaforma Medicina Generale

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 22 maggio 2017. Il Consigliere regionale Mario Olivieri ha presentato una interpellanza per chiedere al Presidente della Giunta Regionale, Luciano D’Alfonso, di conoscere lo stato di avanzamento delle attivita’ relative alla Piattaforma informatica MMG . “Il collaudo dei collegamenti telematici tra i sistemi informatici aziendali delle Asl della Regione Abruzzo ed il sistema tecnologico “Rete dei MMG” – spiega Olivieri – consentirebbe, infatti, di alimentare il Fascicolo Sanitario Elettronico con la maggior gamma di documenti possibili gestiti nei contesti delle Asl. Il progetto finanziato nell’ambito dei progetti APQ era stato assegnato, nel corso del 2006, con gara europea al Raggruppamento Temporaneo d’impresa Dedalus s.p.a. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 15, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. -Telecom S.p.a il cui costo di fornitura e’ pari a 4.687.200 euro. A seguito dell’esito positivo del collaudo dell’Arit, nel 2011,l’Esecutivo Regionale e’ intervenuto, definendo un cronoprogramma che prevedeva l’avvio del collegamento telematico tra i Sistemi Informatici Aziendali ed il Sistema tecnologico “Rete di MMG”, entro il 31 gennaio 2016, nonche’ l’avvio dell’iter procedurale teso alla predisposizione delle implementazioni rilevabili dell’offerta proposta dalla Soc. Dedalus, a seguito dell’approvazione del provvedimento, da parte dell’ARIT entro gennaio 2016 con il pieno coinvolgimento dei medici convenzionati con le AA.SS.LL. d’Abruzzo entro il 28 febbraio 2016″. A seguito del superamento dei termini stabiliti, Olivieri chiede alla Giunta regionale di sapere: “se e’ stato previsto l’adeguamento dei software utilizzati dai MMG/PLS, nelle modalita’ consentite dall’Accordo Integrativo Regionale, alle regole di cooperazione e conferimento delle informazioni al FSE e se l’anagrafe unica sanitaria regionale e’ stata aggiornata ed allineata verso il progetto “MMG” ; inoltre – conclude Olivieri – e’ necessario verificare se e’ stata prevista l’adozione da parte dell’ARIT e delle Aziende Sanitarie regionali di un sistema definito che regolamenti aspetti legali e modalita’ tecniche/operative per il trattamento dei dati personali secondo le modalita’ stabilite dalla regolamentazione vigente “. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.