Abruzzo, Consiglio regionale. Igiene carni selvatiche. Ora serve la formazione

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 23 maggio 2017. A seguito dall’approvazione della delibera di giunta regionale n.823/2016 con la quale la Regione Abruzzo definisce le Linee Guida che armonizzano le attivita’ di controllo in materia di igiene delle carni della fauna selvatica, il Capogruppo regionale PD , Sandro Mariani, incita tutti i soggetti interessati, affinche’ si proceda quanto prima ad avviare corsi di formazione per i cacciatori della fauna selvatica. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio informativo del Consiglio. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 19, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. “I cacciatori, essendo produttori primari che intervengono sul capo abbattuto, verranno formati affinche’ possano cedere direttamente al consumatore finale o ai laboratori annessi al commercio al dettaglio, quantitativi per la selvaggina di grossa e piccola taglia. Un importante documento – continua Mariani – che deve trovare attuazione quanto prima, permettendo appunto, ai cacciatori iscritti negli appositi registri provinciali di cedere i capi di selvaggina interi lavorati e non, ovvero eviscerati. Il cacciatore, frequentando un corso della durata minima di 6 ore, trattera’ anche materie legate alle norme igienico sanitarie riguardanti gli animali, al fine di acquisire la piena titolarita’ a poter cedere i capi abbattuti. Mi auguro – conclude Mariani – che la Asl di Chieti proceda celermente ad autorizzare i suddetti corsi.”() In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.