Abruzzo, Consiglio regionale. Precisazioni sugli avvicendamenti dei dirigenti

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 24 maggio 2017. “In merito al presunto “via vai di figure dirigenziali”, la consigliera Marcozzi mischia situazioni diversissime tra loro. Le ricordo ad esempio che Di Biase, D’Aristotile, Cipollone, Marcantonio e Giovani sono tuttora dirigenti della Regione Abruzzo in piena funzione; Di Rino e’ regolarmente al suo posto; Savini e Gerardis hanno accettato incarichi a Roma, ottenuti anche grazie all’esperienza maturata nella Regione Abruzzo”. E’ quanto dichiara il vice Capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Alberto Balducci. “D’altra parte – prosegue Balducci – San Benedetto da Norcia suggeriva che ogni incarico fosse dato a tempo, proprio come fanno gli eletti del M5S che vivono “a tempo” le proprie cariche. Non e’ escluso che in futuro ci siano ulteriori innesti e cambiamenti, l’importante e’ fare risultati. Infatti, al contrario di quanto afferma la Marcozzi, la macchina funziona e proprio i dati lo dimostrano: nel marzo scorso l’Istat ha certificato che nel corso del 2016 in Abruzzo si sono registrati 6.000 posti di lavoro in piu’ rispetto all’anno precedente, con un aumento dell’1,4%, superiore alla media italiana che si attesta all’1,3%. In termini assoluti si passa dai 479.000 occupati del 2015 ai 485.000 rilevati il 31 dicembre scorso. Altro dato importante e’ la diminuzione della disoccupazione, che passa dal 12,6 al 12,1%”. “Infine – conclude Balducci – non capisco dove sia il problema nella scelta di porre Vincenzo Rivera alla direzione del Dipartimento della presidenza: egli ha un cursus honorum di tutto rispetto e dimostra ogni giorno di conoscere bene la macchina amministrativa e di saperla guidare con destrezza. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 09, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Anche la consigliera Marcozzi ha una sua storia professionale ben nota e nessuno ne contesta la legittimita'”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.