Montesilvano. Apre al Colle una nuova delegazione comunale

Le ultime dal Comune di Montesilvano | Montesilvano – 26 maggio 2017. La sede in piazza Calabresi sara’ attiva una volta a settimanaAndare incontro ai cittadini, soprattutto all’utenza piu’ anziana che ha difficolta’ a raggiungere la sede principale del Comune e potra’ cosi’ richiedere certificati o presentare la propria segnalazione a Montesilvano Colle. Questi gli obiettivi primari della nuova delegazione comunale che ieri pomeriggio e’ stata aperta in piazza Calabresi nel borgo di Montesilvano.A presenziare al taglio del nastro, oltre al sindaco Francesco Maragno, diversi assessori, consiglieri e tanti cittadini.«Come molti sanno – ha ricordato il primo cittadino – la citta’ di Montesilvano e’ nata proprio qui, nel borgo. La prima sede comunale, quindi, e’ stata aperta in questa zona. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, poco fa, dal servizio stampa del Comune di Montesilvano. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 11, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Riattivare la nuova delegazione, chiusa alcuni anni fa, significa mantenere la storia e la tradizione di una citta’ che troppo spesso dimentica le sue origini. Riaprire al pubblico questa sede permette, inoltre, di fornire un punto di riferimento soprattutto per i cittadini piu’ anziani, ma anche per andare incontro alle numerose richieste che ci sono pervenute, di un luogo dove potersi unire in matrimonio anche a Montesilvano Colle».Secondo la ricostruzione fornita dal giornalista Piergiorgio Orsini, nel corso dell’inaugurazione, il primo palazzo comunale di Montesilvano venne aperto proprio al colle. Nel 1926 i fascisti chiesero a don Luciano Delfico di trasferire la sede alla marina, ma quest’ultimo rifiuto’. Dopo diversi incontri la sede venne spostata nella parte bassa della citta’, per poi essere ritrasferita nuovamente nel 1939 fino alla fine Seconda Guerra Mondiale, nel borgo.La nuova delegazione, i cui locali sono stati benedetti da don Roberto Bertoia, parroco di San Michele Arcangelo, e che rappresenta un vero archivio dei documenti storici della citta’, sara’ aperta una volta alla settimana, grazie anche alla disponibilita’ del dipendente comunale, del settore Anagrafe, Francesco Cilli. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente. In SecondaPagina su AN24.