Abruzzo, Interreg Italia-Croazia, le candidature per i progetti Standard scadono il 19 giugno

Le ultime in materia di sviluppo imprenditoriale e occupazionale | Pescara – 30 maggio 2017. Dopo la scadenza, lo scorso 10 maggio, dei termini per candidare i progetti Standard+ al bando Interreg Italia-Croazia, restera’ aperto fino al 19 giugno 2017 le candidature per progetti Standard. I progetti Standard nascono dalla constatazione di un problema o una necessita’ e mirano alla sperimentazione di una potenziale soluzione. Dovrebbero svilupparsi su un concetto innovativo anche se e’ comunque incoraggiata anche la capitalizzazione di progetti e risultati della passata programmazione. Gli Assi prioritari su cui verte il bando sono i seguenti: Asse prioritario 1: Innovazione Blu Obiettivo specifico 1.1.: Valorizzare le condizioni per l’innovazione nei settori rilevanti della ‘blue economy’ all’interno dell’area di cooperazione. Asse prioritario 2: Sicurezza e Resilienza Obiettivo specifico 2.1: Migliorare il monitoraggio dei cambiamenti climatici e la pianificazione di misure di adattamento generanti effetti specifici all’interno dell’area del programma. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio informativo di Abruzzo Sviluppo. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 11, anche mediante il canale web della societa’ in house della Regione Abruzzo, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Obiettivo specifico 2.2.: Aumentare la salvaguardia dell’area di programma da calamita’ naturali e di origine umana. Asse prioritario 3: Patrimonio ambientale e culturale Obiettivo specifico 3.1: Fare del patrimonio naturale e culturale una leva per uno sviluppo territoriale sostenibile e piu’ equilibrato; Obiettivo specifico 3.2: Contribuire a proteggere e salvaguardare la biodiversita’ nel bacino Adriatico Obiettivo specifico 3.3: Migliorare le condizioni qualitative ambientali del bacino Adriatico (mare e costa) attraverso tecnologie innovative e approcci sostenibili. Asse prioritario 4: Trasporto marittimo Obiettivo specifico 4.1: Migliorare la qualita’, la sicurezza e la sostenibilita’ ambientale dei servizi di trasporto e dei nodi marini e costieri, promuovendo la multimodalita’ nell’area del programma. I soggetti proponenti possono essere enti pubblici locali, regionali e nazionali, enti governati da diritto pubblico con sede nei territori eleggibili. Possono partecipare come partner anche enti privati e organizzazioni internazionali con le seguenti restrizioni: negli Assi 1 e 3 possono partecipare enti privati e imprese ma solo in caso di PMI nell’Asse 2 gli enti privati sono ammissibili ma non le imprese nell’Asse 4 sono ammissibili anche le imprese di qualunque dimensione. Il partenariato dei progetti Standard deve essere composto da almeno 4 soggetti di cui almeno uno croato e uno italiano. I territori eleggibili sono: Italia: province di Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine, Padova, Rovigo, Venezia, Ferrara, Forli’-Cesena, Ravenna, Rimini, Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino, Chieti, Pescara, Teramo, Campobasso, Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce. Croazia: Primorsko-goranska, Ličko-senjska, Zadarska, Šibensko-kninska, Splitsko-dalmatinska, Istarska, Dubrovačko-neretvanskai’, Karlovačkazupanija. La durata massima ammissibile per progetto e’ di 30 mesi. Il budget totale stanziato per il finanziamento di progetti Standard nel 1° bando e’ di 63,2 milioni di EUR. Il contributo FESR per ciascuno progetto deve essere compreso tra 500.000 e 3 milioni di EUR a copertura di max. l’85% dei costi totali di progetto. Interreg Italia-Croazia, Standard+ | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web di Abruzzo Sviluppo. In SecondaPagina su AN24.