Pescara. Alloggi in via Tronto: una delle incompiute storiche della città riprende il suo cammino.

Le ultime dal Comune di Pescara | Pescara – 03 giugno 2017. Si riattiva la procedura per il completamento degli alloggi comunali situati nell’ex quartiere 3 in via Tronto. Giovedì il sì della Giunta alla delibera che riavvia l’iter del contratto di quartiere 1, stamane la conferenza stampa sul posto del sindaco Marco Alessandrini, del vice sindaco Antonio Blasioli, dell’assessore alle Politiche della Casa Antonella Allegrino e dell’assessore al Recupero delle Periferie Giacomo Cuzzi Sì della Giunta, a cui è intervenuto anche il presidente della commissione consiliare Politiche Sociali ed ex consiglieri di quartiere. “Il 24 maggio siamo venuti a salutare l’avvio della riqualificazione del parco dell’infanzia – esordisce il sindaco Marco Alessandrini – poco prima abbiamo inaugurato la nuova vita del Parco della Speranza, il 15 giugno sarà la volta dell’apertura del Ponte Nuovo e con il bando ministeriale per il recupero delle periferie ci occuperemo di nuovo di questa parte di città. Con il riavvio di questi alloggi si attiva un’attenzione che su questa periferia e sulle periferie in genere a Pescara nessuno ha mai avuto. Non parole o denunce, ma fatti capaci di generare servizi alla comunità. Fra le tante cose che la gente mi rappresenta negli incontri che facciamo con i cittadini, il bisogno di case è la priorità seconda solo al lavoro: qui, con il nostro sì al riavvio dell’iter, avremo presto 64 alloggi che saranno in grado di dare una risposta concreta a chi ne ha bisogno”. “E’ un sogno che si avvera per chi ha seguito la vicenda – agiunge il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli – per chi vive qui, davanti, di fianco e dietro questo cantiere e che ne sopporta i disagi legati a frequentazioni che non sono quelle auspicate nel progetto. Lo è anche per la città e per tutti coloro che aspirano ad avere una casa e che tra due anni potrà contare su 64 nuovi appartamenti che rilanceranno un quartiere su cui abbiamo investito come nessuno mai prima. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, poco fa, dal servizio informazione e comunicazione del Comune di Pescara. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 16, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Seguo questa storia da prima che diventassi assessore ai Lavori pubblici, nasce con un progetto sperimentale di edilizia sovvenzionata nel 2001, incardinato presso il Ministero delle infrastrutture. Comune di Pescara, Ater, Regione Abruzzo e per l’appunto Ministero sono i soggetti che diedero vita al Contratto di quartiere 1. L’importo stanziato da questi soggetti è pari a 18.309.853,50 €. Nel 2004 venne approvato il progetto definitivo dell’opera; nel 2005 venne approvato il progetto esecutivo; nel 2006 la prima gara individuò la società realizzatrice: Società costruzioni Generali & Appalti Co. G. & AP. S.p.A. di Napoli. Nel 2013 è stata determinata la risoluzione in danno, riconoscendo un importo dei lavori eseguiti in €. 5.823.335,32 (di cui 5.116.244,11 su questo immobile che vedete ed 707.091,11 per altro immobile che ha avuto adeguamento strutturale, impiantistico e rimozione copertura in eternit). Nel 2016 la R.T.I. "Insight Co. S.r.l (capogruppo), si è occupata della nuova progettazione esecutiva per un importo progettuale di €. 5.032.790,28. Nel 2017 il Provveditorato alle opere pubbliche per l’Abruzzo e la Sardegna ha approvato il progetto e il 1 giugno 2017, intorno alle ore 20.00 circa questa giunta ha approvato il progetto a cui adesso seguirà la gara. Questo significa che per ottobre i lavori potrebbero ripartire e poi avremo bisogno di circa un anno e mezzo se tutto procederà per il verso giusto. Significa cioè che già a giugno 2019 potremmo vedere la palazzina terminata, se non si incontreranno altri problemi ed in una procedura lunga e complessa come questa mi sembra giusto fare questa precisazione cautelativa. Grazie a tutti coloro che ci hanno condotto a questo nuovo inizio, dal funzionario comunale Angelo Giuliante che ci si è dedicato. Con la Caritas, che ringrazio, abbiamo rimesso al mondo il Parco della Speranza, il parco in via Lago di Capestrano, consegnando un parco bello ai bimbi di questo quartiere. Giorni fa abbiamo consegnato i lavori del Parco dell’Infanzia, dove sorgerà un bel campo polivalente. E’ il parco visitato da Don Ciotti quando venne a Pescara e qui devo ringraziare Laura Di Pietro. Abbiamo un quinto risultato da portare avanti, una promessa che è giusto fare e che mi sento di fare con gli assessori Civitarese e Scotolati. Incontreremo gli eredi dei Clerico. Hanno chiesto un incontro e lo concederemo. Poi inizierà un lavoro congiunto dei noi tre assessori e dei dirigenti per valutare se le proposte che arriveranno sono fattibili”. “E’ davvero un sogno che si avvera in un momento difficilissimo per chi ha bisogno di una casa – dice l’assessore alle Politiche della Casa Antonella Allegrino – Malgrado il Comune viva un momento di difficoltà economica, questa Amministrazione sta facendo davvero di tutto per dare una risposta a tale bisogno. Gli appartamenti di via Tronto sono una risposta concreta e cercata che si innesta in un meccanismo che da tre anni ha riavviato i suoi motori. Lo abbiamo fatto dedicando manutenzione e attenzione agli alloggi di nostra competenza, lo abbiamo fatto anche impiegando risorse per alloggi a canone concordato, ci sono due importanti edifici che nasceranno in via Pepe e via dei Peligni, lo faremo ancora ascoltando le esigenze primarie della comunità che ha diritto a una casa e a una città inclusiva e sostenibile”. “C’è che sulle periferie muove solo parole e chi nel silenzio mette in cantiere fatti come questo e tutti gli altri che vedremo verificarsi – conclude l’assessore alla Riqualificazione delle periferie Giacomo Cuzzi – Entro l’anno saremo operativi anche con il bando ministeriale che porterà 18 milioni di euro a vantaggio della periferia più sensibile della città. Siamo qui per lavorare e in questi tre anni abbiamo messo insieme tutte le risorse possibili che ci consentiranno di rilanciare la città e di avviare azioni utili e strategiche per il suo futuro”. Pescara 3 giugno 2017 | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In SecondaPagina su AN24.