Teramo. Operatori "113" e volante, con facebook salvano una giovane dal suicidio

Le ultime notizie dalle Questure | Teramo – 05 giugno 2017. Nottata movimentata per gli Operatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Teramo. Un giovane teramano ha chiamato il “113” ed ha riferito, allarmato, che una sua conoscente italiana, residente in Francia, aveva pubblicato su Facebook delle foto in cui comparivano delle pastiglie spezzate e delle scritte sul muro della camera da letto che preannunciavano il suicidio. La cosa ha subito destato grande preoccupazione nel giovane in quanto, già in passato, la giovane aveva tentato analogo, disperato atto. All’Agente in servizio al “113”, il giovane non è stato in grado di specificare né il luogo dove la ragazza si trovava, né un numero di telefono. E’ stato così che i poliziotti della Volante, con professionalità e tempestività, sono riusciti a guidarlo in una ricerca, tra le pagine Facebook della ragazza, per trovare qualche indizio utile a poterla rintracciare. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio stampa della Questura di Teramo. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 09, anche mediante il sito internet della Polizia di Stato, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Gli Agenti, nel frattempo, hanno allertato l’Interpol. L’attività degli Operatori dell’U.P.G.S.P. si è rivelata vincente: i poliziotti sono riusciti a contattare una giovane italiana, anch’ella residente in Francia, “amica” di Facebook a cui hanno richiesto se fosse stata a conoscenza del numero telefonico della ragazza che minacciava il grave gesto. Allertati, grazie all’Interpol, i soccorsi in Francia, la giovane trovata in stato di semi incoscienza, è stata portata in ospedale per le cure del caso ed in tempo sottratta al peggiore degli eventi. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web della Polizia di Stato.