De Palma: «Alta pressione in attenuazione favorira’ aumento dell’instabilita’ nelle prossime 48 ore»

Meteo, il bollettino per l’Abruzzo | 14 giugno 2017. «La nostra Penisola risulta ancora interessata da una vasta area di alta pressione che determina condizioni di tempo stabile e prevalentemente soleggiato soprattutto sulle regioni centro-meridionali, mentre le zone alpine e prealpine risentono dell’influenza di correnti umide ed instabili di origine atlantica che favoriscono annuvolamenti ed episodi di instabilita’. A partire dalle prossime ore, l’alta pressione, presente con massimi sul Mediterraneo occidentale e sulla Penisola Iberica, tendera’ ad attenuarsi sul bordo orientale e cio’ favorira’ la discesa di masse d’aria umida ed instabile dapprima verso le regioni settentrionali e verso l’alto Adriatico nelle prossime ore, e, successivamente, verso le regioni centro-meridionali, specie nella giornata di giovedi’. Di conseguenza nelle prossime ore assisteremo ad un deciso peggioramento del tempo sulle regioni settentrionali, in particolar modo sulla Pianura Padana, dove sono attesi temporali di forte intensita’, in estensione verso la Romagna e verso le Marche, specie in serata e in nottata. E’ quanto emerge dall’analisi della situazione meteorologica a cura di Giovanni De Palma, uno dei maggiori esperti meteo nel panorama abruzzese, da anni, ormai, punto di riferimento per tutti coloro che seguono le previsioni meteo circa la nostra regione. Il bollettino e’ stato diramato alle ore 07, anche sulle pagine del portale abruzzometeo.org, attraverso il quale e’ stato poi diffuso alle varie testate giornalistiche. Non si esclude una possibile estensione dei fenomeni occasionalmente anche sulla nostra Regione, ma si tratta di una possibilita’ che riguardera’ soprattutto il teramano in nottata. Nella giornata di giovedi’ impulsi di aria umida ed instabile raggiungeranno, tuttavia, anche la nostra Regione e cio’ favorira’ un deciso aumento dell’instabilita’ a partire dalla tarda mattinata e nel corso del pomeriggio con formazioni temporalesche che, dalle zone interne e montuose, tenderanno ad estendersi verso il settore orientale e, localmente, lungo la fascia costiera. Instabilita’ che tendera’ a riproporsi nella giornata di venerdi’, specie lungo la dorsale appenninica, mentre tra sabato e domenica assisteremo al possibile transito di un veloce impulso di aria fresca proveniente dall’Europa centrale che, se confermato, favorira’ un nuovo peggioramento tra la serata di sabato e la mattinata di domenica: vedremo.

Sulla base di tale analisi, il livello di attenzione in Abruzzo per eventuali fenomeni intensi viene stimato come relativamente basso e fissato a ‘L1′ su una scala che va da ‘0’ a ‘3’

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso con possibili annuvolamenti nel pomeriggio, specie sulle zone montuose, in estensione verso il settore orientale. In serata e in nottata e’ previsto un graduale aumento della nuvolosita’ con instabilita’ in aumento sull’Adriatico centro-settentrionale, dove sono attesi temporali; fenomeni che, occasionalmente, potrebbero interessare anche il teramano e il pescarese, specie in tarda serata-nottata, mentre nella giornata di giovedi’ assisteremo ad un deciso aumento dell’instabilita’ che si tradurra’ con un deciso aumento della nuvolosita’ sulle zone interne e montuose, nuvolosita’ associata a rovesci e a manifestazioni temporalesche, localmente di forte intensita’, in estensione verso le zone pedecollinari e, localmente, lungo la fascia costiera. Nuvolosita’ e fenomeni in attenuazione in serata e in nottata. Temperature: In ulteriore lieve aumento con punte massime superiori ai +31°C/+34°C Venti: Deboli a regime di brezza. In serata e in nottata non si esclude un temporaneo rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali. Mare: Generalmente quasi calmo o poco mosso con moto ondoso in aumento dalla tarda serata-nottata. » | A cura della Redazione web AN24. Fonte: bollettino meteo a cura di Giovanni De Palma. In SecondaPagina su AN24.