Chieti. Carenza idrica: il e l’Assessore Di Felice incontrano una delegazione di residenti della parte bassa della citta': Di Primio ‘Stiamo intervenendo con ACA per la risoluzione definitiva del problema’

Le ultime dal Comune di Chieti | Chieti – 15 giugno 2017. Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, con l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, questa mattina ha ricevuto una delegazione di cittadini residenti nella parte bassa della citta’ esasperati dalla carenza di acqua dai rubinetti delle proprie abitazioni causata dalla poca pressione idrica. -E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, in giornata, dal servizio informativo del Comune teatino. I dettagli della nota sono stati resi pubblici, alle 14, anche mediante il sito dell’ente- “Un problema che affligge i cittadini dello Scalo da troppi anni  – commenta il Sindaco Di Primio – e per il quale gia’ in passato mi ero fatto promotore di una singolare iniziativa davanti alla sede dell’Azienda Comprensoriale Acquedottistica. Sicuramente una situazione che conosciamo e che dobbiamo risolvere con ACA, alla quale innumerevoli volte ho fatto presente tali problematiche. Una battaglia – prosegue – che mi impegno a portare avanti per tutti i cittadini, cosi’ come promesso anche in sede di incontro con la delegazione.   Congiuntamente all’Assessore ai Lavori Pubblici Raffaele Di Felice ci siamo gia’ attivati con i vertici Aca affinche’, come ottenuto in questi giorni, venga aumentata la portata idrica nella parte bassa della citta’, consapevoli, tuttavia, che sara’ solo una soluzione tampone. In tal senso – conclude il Sindaco – l’operazione che stiamo cercando di pianificare con Aca nell’ambito del piano degli investimenti dell’Azienda e’ il potenziamento delle unita’ di stoccaggio dell’acqua e, in particolare, la realizzazione di un nuovo serbatoio a supporto di quello di via Orsogna posizionato ad un livello superiore a quello delle abitazioni dello Scalo al fine di garantire la giusta pressione dell’acqua”. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In SecondaPagina su AN24.