Consiglio Comunale sull’Ospedale Clinicizzato di Chieti: Sindaco Di Primio: ‘La Regione intervenga per investire importanti risorse sul nostro nosocomio e le garantisca il DEA di secondo livello’

Le ultime dal Comune di Chieti | Chieti – 19 giugno 2017. ‘La Regione non si attardi ancora e definisca una volta e per sempre gli interventi da effettuare sull’ospedale di Chieti. -Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio stampa del Comune di Chieti. I dettagli della nota sono stati resi pubblici, alle 17, anche mediante il sito dell’ente- Si sono gia’ persi due anni e la citta’ non lo merita’. È quanto ha dichiarato il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, nel corso del Consiglio Comunale odierno con all’Ordine del Giorno la questione dell’Ospedale clinicizzato universitario ‘SS. Annunziata’ di Chieti, che ha visto la presenza in aula dell’Assessore regionale alla Sanita’, Silvio Paolucci; del Direttore Generale della Asl di Chieti, Pasquale Flacco; del Direttore dell’Agenzia Sanitaria regionale, Alfonso Mascitelli; dell’Onorevole Fabrizio Di Sfefano; del Presidente della Commissione di Vigilanza regionale, Consigliere Mauro Febbo; del Vice presidente del Consiglio Regionale, Lucrezio Paolini, e dei Consiglieri regionali del M5S, Sara Marcozzi e Pietro Smargiassi.   “Per quanto riguarda i finanziamenti – ha proseguito il Sindaco – chiediamo che la Regione si adoperi per investire importanti risorse sul nostro nosocomio che non solo prevedano la messa in sicurezza dei corpi C e F,  ma anche la riorganizzazione funzionale di tutti gli spazi sanitari. La seconda questione e’ la definizione del DEA di secondo livello: e’ di tutta evidenza, ed e’ stato unanimemente sottolineato in aula, che Chieti dispone di grandi eccellenze, non solo quelle del Polo Cardiochirurgico, tali da consentirle di partecipare in modo paritetico alla organizzazione del Dea  di secondo livello. Non c’e’ e non puo’ esservi sudditanza da parte di alcuno. È, altresi’ evidente – conclude il Sindaco – che Chieti dispone di professionalita’ e di spazi, peraltro gia’ a disposizione, affinche’ le venga riconosciuta anche la centrale unica operativa, ulteriore elemento, insieme al Polo Cuore, che rappresentano i punti di forza del nosocomio teatino”. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente. In SecondaPagina su AN24.