Discariche, Arta insieme a Regione Abruzzo e Comuni per la risoluzione delle procedure di infrazione UE

Le ultime dall’Arta Abruzzo, Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015 | Pescara – 20 giugno 2017. «Questo e’ uno di quegli esempi virtuosi di collaborazione tra enti, nel caso specifico Regione Abruzzo, Arta e Comuni, che consentono di gestire le complessita’ approdando a risultati positivi concreti». Il Direttore generale dell’Arta Abruzzo, Francesco Chiavaroli, ha commentato cosi’ i numeri snocciolati dal Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo Mario Mazzocca nel corso della conferenza stampa convocata nella sede di viale Bovio a Pescara per annunciare la risoluzione delle procedure di infrazione Ue in materia di siti abusivi e discariche da bonificare che interessano numerosi Comuni abruzzesi.  A seguito dell’intensa e complessa attivita’ tecnico-amministrativa portata avanti dai servizi regionali competenti in sinergia con Arta e i Comuni interessati, 7 delle 25 discariche in procedura di infrazione sono state escluse dall’Unione Europea, 8 dalla Regione Abruzzo, 4 sono prossime all’esclusione e per le restanti 6 discariche sono in corso i lavori di bonifica. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, poco fa, dal servizio informativo dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 16, anche mediante il sito internet dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia.   «Molti dei Comuni in infrazione – ha sottolineato Chiavaroli – sono piccoli centri che hanno difficolta’ a far quadrare i conti e per i quali le sanzioni comunitarie, pari a 200mila euro a semestre, hanno rappresentato un ulteriore duro colpo al bilancio comunale. Inoltre, per alcune discariche sono ancora in corso le pratiche di esproprio di terreni privati. Di fronte a tali criticita’ ho chiesto ai nostri tecnici di accelerare le attivita’ demandate ad Arta e per la discarica di Palena, ancora in attesa del provvedimento regionale di esclusione, ho convocato una riunione venerdi’ scorso in cui abbiamo studiato insieme al sindaco un programma operativo, formalizzando gli impegni con un accordo scritto. Oltre ad effettuare le analisi propedeutiche alla caratterizzazione delle varie aree contaminate presenti in regione – ha spiegato in chiusura il Direttore – Arta sara’ chiamata ad esprimersi in sede di approvazione dei progetti di bonifica e per il monitoraggio dello stato di avanzamento dei lavori di risanamento».   Scarica lo “Stato delle Attivita’” sulle discariche in infrazione UE redatto dalla Regione Abruzzo. Leggi il comunicato stampa della Regione Abruzzo. Nella foto, da destra: il Direttore generale dell’Arta Francesco Chiavaroli; Marco Famoso, Responsabile dell’Ufficio Attivita’ tecniche della Regione Abruzzo; Franco Gerardini, Dirigente del Servizio Ambiente della Regione Abruzzo; il Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo Mario Mazzocca; Emidio Primavera, Direttore del Dipartimento Opere pubbliche, governo del territorio e politiche ambientali della Regione Abruzzo.  | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015. In SecondaPagina su AN24.