Teramo. Ulteriori regole per le manifestazioni in luoghi pubblici

Le ultime dal Comune di Teramo | Teramo – 20 giugno 2017. L’ordinamento italiano già dispone di specifiche norme che intervengono in materia e con l’attività dei medesimi Comitati già garantisce tutela in occasioni simili, ma ora dopo i fatti di Torino in occasione della finale di Champions League, il Ministero dell’Interno, attraverso il Capo della Polizia e Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Franco Gabrielli, ha impartito nuove indicazioni, più stringenti, alcune delle quali interessano direttamente anche gli organizzatori degli eventi.In particolare i criteri richiedono l’accertamento di imprescindibili condizioni, tra le quali:• la regolazione e il monitoraggio degli accessi alle aree di svolgimento degli eventi, anche mediante sistemi di rilevazione numerica;• percorsi separati di accesso e deflusso;• piani di emergenza e di evacuazione con indicazione delle vie di fuga;• suddivisione in settori dell’area, con previsione di corridoi centrali e perimetrali;• impiego di un adeguato numero di operatori, appositamente formati, con compiti di accoglienza, instradamento, regolamentazione dei flussi, osservazione ed assistenza;• spazi di soccorso raggiungibili dai mezzi di assistenza;• individuazione di aree per l’assistenza sanitaria;• presenza di impianto di diffusione sonora e visiva;• valutazione di provvedimenti finalizzati al divieto di somministrazione di alcolici e altre bevande in bottiglie di vetro.Oltre ciò, sono state anche impartite disposizioni relative al controllo preventivo delle aree e alla loro protezione. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio informazione e comunicazione del Comune di Teramo. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 17, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente. In SecondaPagina su AN24.