Abruzzo, Consiglio regionale. "Sempre lavorato con coerenza e coscienza"

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 21 giugno 2017. “L’unico inciucio che ho fatto e’ quello relativo tra la mia coerenza e coscienza. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 14, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Quindi invito il collega Consigliere regionale Mario Olivieri, prima di coinvolgermi senza alcun fondamento, a ragionare con piu’ calma senza dare libero sfogo alle sue inascoltate richieste che quotidianamente e sistematicamente cadono nel vuoto per colpa della sua maggioranza e dal suo presidente e non certo per demerito mio”. Questa e’ la replica del Consigliere regionale Mauro Febbo che aggiunge: “Olivieri piu’ che alzare la voce dovrebbe far valere le sue prerogative di esponente della maggioranza, peraltro capogruppo e ancor di piu’ Presidente della Commissione Sanita’, quindi complice e artefice della malasanita’ e macelleria sociale di questo Governo regionale e della maggioranza di centrosinistra che continua a sostenere. D’altronde basta vedere come si e’ comportato il suo movimento politico di appartenenza ad Atessa dove per anni ha gridato contro la chiusura dell’ospedale e poi ha inciuciato con il PD, anzi di piu’, facendoci la lista insieme per le amministrative”. “Delle miei azioni, nomine ed amicizie – rimarca Febbo – ne rispondo sempre anche quando devo fare esposti alla Procura e alla Corte dei Conti, Olivieri invece predica solo esclusivamente parole al vento ed i risultati nel vastese purtroppo si vedono”. “Quindi – conclude il Consigliere regionale di Forza Italia – invito il collega a rinsavire con la speranza che non cada piu’ nella trappola delle promesse fatte dalla sua stessa maggioranza che poi regolarmene vengono smontate con brutte figuracce”. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.