Abruzzo, Consiglio regionale. Recupero fini abitati, via libera in Commissione

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 22 giugno 2017. La Commissione Territorio, Ambiente e Infrastrutture ha approvato il progetto di legge, proposto dall’assessore regionale all’Urbanistica Donato Di Matteo, sul recupero ai fini abitativi delle superfici accessorie. “Testo – si legge in una nota – che ha trovato il consenso unanime di tutte le forze politiche per la nuova disposizione, che permettera’ di cambiare l’uso abitativo ai locali oggi destinati a ripostigli dispense o alle superfici accessorie. La legge verra’ approvata definitivamente al prossimo Consiglio regionale di martedi’ 27 giugno previo passaggio formale in commissione bilancio e territorio e ambiente, in programma martedi’ alle ore 9,30″. “Una legge che va verso il recupero del suolo in un momento di difficolta’ delle famiglie – ha spiegato l’assessore Di matteo – e che contribuisce a sanare situazioni di strutture abitative e di locali abbandonati destinati ad altro uso. Con l’approvazione definitiva del Consiglio regionale andiamo in una direzione che favorisce nuove opportunita’ di abitazione per chi deve realizzare abitazioni per i propri figli e impedendo nuove edificabilita’. Ringrazio i consiglieri regionali Lorenzo Sospiri e Alberto Balducci cofirmatari del disegno di legge, il presidente della II commissione Pierpaolo Pietrucci e tutti componenti della commissione stessa. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 17, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Abbiamo richiesto al Presidente del Consiglio la convocazione congiunta delle commissioni Bilancio e Territorio per la definitiva approvazione del disegno di legge e quindi il suo inserimento all’ordine del giorno della prossima assise regionale”. () | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.