De Palma: «Caldo e afa in ulteriore aumento, possibili temporali pomeridiani sulle zone montuose»

Meteo, il bollettino per l’Abruzzo | 23 giugno 2017. «La nostra Penisola continua ad essere interessata da una vasta area di alta pressione che determina condizioni di tempo stabile e prevalentemente soleggiato soprattutto sulle regioni centro-meridionali e sulla Sardegna dove, nelle prossime ore, assisteremo ad un ulteriore aumento delle temperature e dei tassi di umidita’, mentre le regioni settentrionali, ed in particolar modo il settore alpino, sara’ interessato dal transito di masse d’aria umida di origine atlantica che, nelle prossime ore, favoriranno la formazione e lo sviluppo di temporali che, dalle zone montuose, si estenderanno verso le aree di pianura entro la serata. E’ quanto emerge dall’analisi della situazione meteorologica a cura di Giovanni De Palma, uno dei maggiori esperti meteo nel panorama abruzzese, da anni, ormai, punto di riferimento per tutti coloro che seguono le previsioni meteo circa la nostra regione. Nello specifico, il bollettino a cura di Giovanni De Palma e’ stato diramato alle 07, anche sulle pagine del portale abruzzometeo.org, attraverso il quale e’ stato poi diffuso alle varie testate giornalistiche. Ma temporali di calore si formeranno anche lungo la dorsale appenninica, anche sulla nostra Regione, specie nel corso del pomeriggio, con fenomeni in estensione verso l’aquilano, l’alto Sangro e, localmente, sulla Marsica e si attenueranno dalla serata. Anche la giornata di sabato risultera’ caratterizzata da tempo stabile con temperature in ulteriore aumento al centro-sud ma, a partire dalla serata, assisteremo ad un graduale cedimento dell’alta pressione sulle regioni settentrionali e cio’ favorira’ l’ingresso piu’ deciso di masse d’aria umida di origine atlantica con conseguente instabilita’ in aumento nella giornata di domenica, anche sulle regioni centrali, in quanto l’aria umida atlantica si spingera’, marginalmente, anche verso le regioni centrali: cio’ potra’ dar luogo allo sviluppo di temporali pomeridiani anche sulla nostra Regione, in estensione dalle zone montuose verso il settore orientale e costiero. Vedremo.

Sulla base di tale analisi, il livello di allerta in Abruzzo per eventuali fenomeni intensi viene stimato come moderato e fissato a ‘L2′ su una scala che va da ‘0’ a ‘3’. Nei casi di allerta meteo di livello 2, si invita a prestare attenzione per eventi che localmente potrebbero causare anche danni o situazioni insidiose.

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso con temperature in ulteriore aumento, specie nelle principali valli della nostra Regione (Valle Peligna, Val Vomano, Val Pescara e Val di Sangro), dove i valori massimi potranno raggiungere e localmente superare i +35°C/+38°C; temperature lievemente piu’ basse lungo la fascia costiera dove, tuttavia, e’ previsto un ulteriore aumento dei tassi di umidita’. Durante le ore centrali della giornata e nel corso del pomeriggio assisteremo alla formazione di addensamenti a ridosso dei rilievi con possibili rovesci e manifestazioni temporalesche, in estensione verso l’aquilano, l’alto Sangro e, occasionalmente, sulla Marsica. Nuvolosita’ in attenuazione in serata e in nottata. Temperature: In ulteriore aumento, specie nei valori massimi, caldo e afa lungo la fascia costiera. Venti: Deboli a regime di brezza, colpi di vento possibili soltanto nelle zone interessate dai temporali. Mare: Generalmente quasi calmo o poco mosso. » | A cura Redazione giornalistica AN24. Fonte: bollettino meteo a cura di Giovanni De Palma. In SecondaPagina su AN24.