De Palma: «Peggiora al centro-nord, instabile nelle prossime ore con venti di libeccio in rinforzo»

Meteo, il bollettino per l’Abruzzo | 28 giugno 2017. «Sulla nostra Penisola la pressione e’ in diminuzione a causa dell’avvicinamento di corpi nuvolosi di origine atlantica, sospinti da intensi venti freschi che hanno raggiunto l’Europa occidentale e il Mediterraneo occidentale, favorendo il richiamo di masse d’aria calda dirette verso le nostre regioni centro-meridionali dove, nelle prossime ore, e’ previsto un progressivo rinforzo dei venti dai quadranti meridionali con conseguente brusco aumento delle temperature. L’arrivo delle masse d’aria calda sara’ preceduto da un graduale aumento della nuvolosita’ con rovesci e possibilita’ di temporali che potranno interessare anche la nostra Regione, a partire dal settore occidentale, tra la tarda mattinata a il pomeriggio, mentre successivamente e’ previsto un deciso rinforzo dei venti di libeccio (Garbino sul versante orientale), temperature in aumento, schiarite sul versante orientale e annuvolamenti sulla Marsica e aquilano. Un marcato peggioramento delle condizioni atmosferiche e’ previsto, invece, sulle regioni settentrionali dove, nel corso della giornata, complice l’arrivo di masse d’aria fresca di origine atlantica, assisteremo allo sviluppo di intense cellule temporalesche a cui saranno associati episodi di maltempo con probabili nubifragi, grandinate e persino trombe d’aria, specie sulla Pianura Padana e sulle regioni nord-orientali. Giovedi’ sara’ una giornata piuttosto ventosa sulla nostra Regione, anche se e’ previsto un graduale calo delle temperature a partire dalla Marsica e dall’aquilano, mentre i venti di Garbino manterranno le temperature ancora piuttosto elevate sul versante orientale ma, nella giornata di venerdi’, assisteremo ad un progressivo peggioramento delle condizioni atmosferiche con nuvolosita’ in aumento associata a precipitazioni, anche a carattere temporalesco con temperature in diminuzione. Probabile fine settimana all’insegna di un tempo instabile ma decisamente piu’ fresco.

Sulla base di tale analisi, il livello di allerta in Abruzzo per eventuali fenomeni intensi viene stimato come moderato e fissato a ‘L2′ su una scala che va da ‘0’ a ‘3’. Nei casi di allerta meteo di livello 2, si invita a prestare attenzione per eventi che localmente potrebbero causare anche danni o situazioni insidiose.

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso con nuvolosita’ in aumento in mattinata associata a precipitazioni, localmente a carattere temporalesco, ad iniziare dalla Marsica e dall’aquilano, in estensione verso le restanti zone tra la tarda mattinata e il pomeriggio. Dal pomeriggio, inoltre, e’ previsto un progressivo rinforzo dei venti di libeccio (Garbino sul versante orientale), con forti raffiche, localmente superiori ai 70-90 Km/h sulle zone montuose e sul versante orientale; con l’arrivo dei venti sono attese schiarite sul settore orientale e costiero, mentre annuvolamenti e possibilita’ di rovesci saranno possibili sulla Marsica e nell’aquilano. Temperature: In aumento, anche sensibile sul settore orientale a partire dal pomeriggio, a causa del rinforzo dei venti di Garbino. Venti: Inizialmente deboli dai quadranti meridionali, in rinforzo in mattinata. E’ quanto emerge dall’analisi della situazione meteorologica a cura di Giovanni De Palma, Presidente dell’Associazione AbruzzoMeteo, da anni, ormai, punto di riferimento per tutti coloro che seguono le previsioni meteo circa la nostra regione. Il bollettino e’ stato diramato alle ore 07, anche sulle pagine del portale abruzzometeo.org, attraverso il quale e’ stato poi diffuso alle varie testate giornalistiche. Dal pomeriggio tenderanno a provenire dai quadranti sud-occidentali, rinforzando. Attese forti raffiche sulle zone montuose e sul versante orientale, localmente superiori ai 70-90 Km/h. Mare: Inizialmente poco mosso con moto ondoso in aumento nel corso della giornata. » | A cura della Redazione web AN24. Fonte: bollettino meteo a cura di Giovanni De Palma. In SecondaPagina su AN24.