Abruzzo, Consiglio regionale. Forza Italia: "Preferiamo il Balducci moderato"

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 28 giugno 2017. “Vi e’ una singolare dissociazione tra il Consigliere Balducci che vediamo in Consiglio Regionale e quello che invece spesso leggiamo sugli organi di stampa. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 16, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Tanto gentile, equilibrato, mite e modesto il primo, tanto aggressivo, violento verbalmente e arrogante il secondo”. Hanno dichiarato i consiglieri di Forza Italia Paolo Gatti e Mauro Febbo. “Nulla da dire al primo Balducci – quello orale – con cui il confronto e’ sempre pacato, sereno e produttivo mentre, al Balducci che scrive, vorremmo segnalare che dalle minoranze di centrodestra deve attendersi, anche per il futuro, cosi’ come e’ stato per questi tre anni, un’ opposizione costruttiva ma ferma, a volte anche critica e dura ma sempre rispettosa, dialogante, propositiva e orientata ai risultati per i cittadini abruzzesi”. “Ove desiderasse un’opposizione silente, remissiva e magari intimidita, sappia che non trovera’ alcuna soddisfazione, perche’ continueremo ad evidenziare il solco profondo tra l’Abruzzo promesso alle elezioni del 2014 e l’Abruzzo del 2017, rimasto indietro sui temi del lavoro, dello sviluppo, della sanita’ e delle politiche sociali e cio’ nonostante i nostri buoni suggerimenti di questi anni”. Gatti e Febbo in conclusione: “Confidiamo che anche il Balducci che scrive potra’ condividere larga parte di queste considerazioni almeno dal punto di vista metodologico,  pertanto lo invitiamo a dismettere il ruolo di oppositore delle opposizioni e dedicarsi, con saggio spirito istituzionale, ai tanti dossier inevasi che riguardano la vita quotidiana degli abruzzesi, con l’impegno ad assomigliare il piu’ possibile, almeno quanto al garbo, al Balducci che incontriamo dal vivo”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.