Asl 2, Studentessa universitaria colpita da meningite in condizioni stazionarie, 15 persone in profilassi antibiotica

News dalla Asl 2 Lanciano – Vasto – Chieti | 28 giugno 2017. Sono finora quindici le persone sottoposte in via precauzionale a terapia antibiotica dopo essere entrate in contatto con la studentessa universitaria ricoverata da ieri mattina nel reparto di Malattie infettive dell'Ospedale di Chieti per meningite. Col passare delle ore i medici del Servizio di epidemiologia igiene e sanita’ pubblica della Asl hanno, infatti, raggiunto anche altri soggetti che avevano condiviso con la ragazza momenti di studio e di svago in spazi ristretti. Per tutti e’ stata seguita la stessa profilassi che consiste nell'assunzione di un antibiotico in unica somministrazione. Intanto i primi esami eseguiti sui campioni biologici della studentessa sembrerebbero escludere che si tratti di meningite di tipo meningococcico, l'unica trasmissibile per via aerea tra adulti. Va sottolineato, tra l'altro, che i primi sintomi dovrebbero comparire entro 48 ore da un eventuale contagio (la ragazza e’ uscita di casa l'ultima volta sabato scorso) e, al momento, non risultano altri casi segnalati. Un campione e’ stato inviato anche all'Istituto superiore di sanita’ a cui ieri era stato segnalato il caso e che fara’, come di prassi, un ulteriore riscontro. La ragazza resta sotto osservazione nella Clinica di Malattie infettive, diretta dal professor Jacopo Vecchiet, per la prosecuzione della terapia. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, poco fa, dal servizio informazione della Asl 2 Lanciano – Vasto – Chieti. I dettagli della nota, della quale viene qui riportato l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 18, anche sulle pagine del portale web della Asl, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Le sue condizioni sono stazionarie e la prognosi resta riservata.Studentessa universitaria colpita da meningite in condizioni stazionarie, 15 in profilassi antibiotica | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa della Asl 2 Lanciano – Vasto – Chieti.