Abruzzo, Consiglio regionale. ‘Appello al centrodestra per elezione Garante’

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 29 giugno 2017. “Il Consiglio regionale dell’Abruzzo adempia ai propri doveri, metta la parola fine a ben due anni di stallo ed elegga Garante dei detenuti una persona con uno straordinario senso dello Stato e altamente competente come Rita Bernardini”. Con queste parole il Consigliere di Sinistra Italiana Leandro Bracco e’ tornato a occuparsi della spinosa questione dell’elezione del Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della liberta’ personale. Questione che pare essere finita in una strada senza uscita. Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 16, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. “L’ultima, eclatante iniziativa di cui Bernardini stessa e’ stata protagonista – commenta Bracco – e’ sfociata, dopo quasi un mese di sciopero della fame per protestare contro le condizioni dei detenuti nel nostro Paese, in un malore cardiaco a causa del quale la 64enne leader dei Radicali si trova tuttora ricoverata in ospedale. Si tratta dell’ennesimo tassello che dimostra il notevolissimo spessore umano e la sensibilita’ verso gli ultimi di cui la candidata proposta dal compianto Marco Pannella si fa portatrice”. “In qualsiasi paese del mondo – precisa il Consigliere regionale – una donna che arriva a mettere a repentaglio la propria vita per i diritti dei detenuti sarebbe accolta con i tappeti rossi nel momento in cui si candidasse a Garante; eppure in Abruzzo, dopo circa due anni, ancora non si riesce ad assistere a un gesto di responsabilita’ da parte di maggioranza e opposizioni che si concretizzi in un voto che la legge istituiva del Garante medesimo impone essere di almeno i 2/3 e cioe’ 21 Consiglieri sui 31 complessivi. Nei mesi scorsi – prosegue l’esponente di Sinistra Italiana – la maggioranza di centrosinistra , o per via di assenze o a causa di frizioni interne, non e’ mai riuscita a essere compatta al proprio interno con la conseguenza che al massimo 15 dei suoi 18 Consiglieri hanno votato per Rita Bernardini”. “Mi permetto di rivolgere un appello ai 7 Consiglieri che costituiscono il centrodestra – sottolinea Bracco – verso alcuni dei quali, in questi tre anni di consiliatura, ho maturato sentimenti di stima e apprezzamento per la propria competenza, passione legislativa e precisione: votiamo Rita Bernardini e cosi’ facendo daremo finalmente un po’ di lustro alla nostra martoriata Regione. Mettiamo per una volta da parte la provenienza partitica e diamo la precedenza e premiamo la preparazione e lo spessore etico e politico”. “Ribadisco per l’ennesima volta il mio sostegno e il voto a Bernardini e mi appello al Consiglio regionale nella sua interezza – conclude Leandro Bracco – affinche’ si mettano da parte i giochetti di palazzo al fine di dotare il sistema giudiziario abruzzese di una figura fondamentale quale e’ il Garante dei detenuti”. In SecondaPagina su AN24. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.