D'Ignazio: welfare regionale fortemente a rischio

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 06 luglio 2017. “Il welfare della Regione Abruzzo e’ fortemente a rischio, i tagli imposti dal Governo e le scelte di austerity regionale , mettono a dura prova il sistema socio-sanitario della nostra regione”. E’ quanto dichiara il Consigliere regionale Giorgio D’ignazio, che prosegue: “Il sistema di aiuti per le famiglie in stato di poverta’, l’assistenza domiciliare e il sostegno a disabili gravissimi ed anziani non autosufficienti, mai come prima, stanno subendo un fortissimo ridimensionamento su tutto il territorio abruzzese a seguito dei tagli sui Fondi nazionali per la non autosufficienza e per le politiche sociali, cosi come la diminuzione delle risorse sanitarie a livello regionale”. “In Abruzzo – aggiunge D’Ignazio – molti centri specializzati nell’assistenza e nella riabilitazione, vedasi Anffas o Paolo VI , solo per citarne alcuni, non hanno fondi per continuare ad operare e sono prossimi alla chiusura. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 14, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Se il sistema sanitario non consente di sostenere gli interventi a favore della disabilita’ grave occorre un progetto piu’ ampio ed organizzato che possa includere anche l’area del sociale in sostegno di chi ha bisogno”. “Rivolgo quindi un invito all’Assessore Regionale, Marinella Sclocco – conclude D’Ignazio – affinche’ convochi un tavolo tecnico sulla questione , che coinvolga le ASP, gli enti d’ambito e gli operatori sociali, a cui fin d’ora do la mia personale disponibilita’ a partecipare in pieno spirito di collaborazione”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.