Abruzzo, Consiglio regionale. L'Aquila workshop CALRE in merito a "Calamita’ naturali"

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 10 luglio 2017. Venerdi’ 14 luglio con inizio alle ore 15 si terra’ nella Sala “Benedetto Croce” del Consiglio Regionale il workshop degli esperti del gruppo di lavoro del CALRE 2017 sulle “Calamita’ naturali”. L’incontro si inserisce nell’ambito delle attivita’ della CALRE , che riunisce 74 Assemblee legislative regionali europee e che nella seduta plenaria dell’anno 2016 ha conferito al Presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo, Giuseppe Di Pangrazio, l’incarico di coordinare il gruppo di lavoro “calamita’ naturali”.”Il gruppo di lavoro del quale fanno parte l’Andalusia, la Vallonia, la Calabria, il Friuli Venezia Giulia, il Molise, la Puglia, l’ Umbria ed il Veneto – ha dichiarato Di Pangrazio – ha l’obiettivo di individuare azioni da proporre alle Istituzioni europee sul tema delle calamita’ naturali sia sotto forma di una proposta normativa ad hoc, sia sotto il profilo della prevenzione e gestione del rischio di calamita’ naturali, sia sotto il profilo della gestione delle emergenze”. Per lo svolgimento di tali attivita’, l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale dell’Abruzzo ha costituito un gruppo di lavoro tecnico-scientifico composto da rappresentanti delle Universita’ e centri scientifici abruzzesi nonche’ da tecnici della Giunta e del Consiglio regionale, presenti con proprie relazioni all’incontro di venerdi’ prossimo. “Si e’ ritenuto, infatti, che il primo passo da compiere per raggiungere l’obiettivo – ha aggiunto il Presidente del Consiglio Regionale – fosse un approfondimento del tema delle calamita’ naturali dal punto di vista scientifico. Parallelamente e’ stato somministrato alle Assemblee legislative regionali CALRE un questionario teso ad acquisire informazioni, in ciascuna Regione europea, su calamita’ e rischi connessi piu’ frequenti nel territorio di riferimento; lo stato dell’arte, in ciascuna Regione, rispetto alla gestione e alla riduzione del rischio di calamita’ naturale nonche’ rispetto alla gestione delle emergenze; sui bisogni di ciascuna Regione rispetto alla normativa europea di riferimento”. Al questionario hanno fornito risposta regioni italiane austriache , spagnole e portoghesi e a queste tali iniziative si e’ affiancata un’attivita’ di ricognizione della normativa europea vigente in materia. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 13, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. “Gli esiti dei lavori – ha concluso Di Pangrazio – forniranno utili spunti per la definizione di proposte, anche normative, che il gruppo di lavoro formalizzera’ ad ottobre. Una volta approvate dall’Assemblea plenaria della CALRE, le proposte saranno sottoposte alle Istituzioni europee. Tutto cio’, nella speranza che tale attivita’ possa costituire un contributo utile su un tema cosi’ complesso e altrettanto attuale”. In PrimaPagina su AN24. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.