De Palma: «Perturbazione in avvicinamento favorira’ nuovo brusco aumento delle temperature»

Meteo, il bollettino per l’Abruzzo | 09 agosto 2017. «Sulla nostra Penisola la pressione e’ in diminuzione a causa dell’avvicinamento di una perturbazione di origine atlantica che, nelle prossime ore, favorira’ diffusi episodi di instabilita’ soprattutto sulle regioni settentrionali, in particolar modo sul settore nord-orientale, mentre sulle regioni centro-meridionali favorira’ la risalita di masse d’aria molto calda provenienti dall’entroterra algerino e tunisino che, a partire dalle prossime ore, favoriranno un generale sensibile aumento delle temperature anche sulla nostra Regione, dove e’ previsto anche un graduale rinforzo dei venti di libeccio con probabile Garbino sul settore centro-orientale. Non si trattera’ di venti sostenuti, tuttavia raffiche di vento molto caldo potranno interessare gran parte del settore orientale e, localmente, spingersi verso la fascia costiera, con temperature massime che potrebbero tornare a sfiorare, se non addirittura superare i +40°C. Con l’avvicinamento della perturbazione e la risalita di masse d’aria molto calda, non si escludono occasionali formazioni temporalesche pomeridiane sui rilievi e, occasionalmente, sul versante orientale, tuttavia si tratta di fenomeni non prevedibili nel dettaglio e con largo anticipo. Il caldo intenso proseguira’ anche nella giornata di giovedi’, con venti meridionali e temperature massime intorno ai +38°C/+41°C, specie sul settore orientale della nostra Regione. A partire da venerdi’ la situazione cambiera’ decisamente, arriveranno masse d’aria fresca di origine atlantica che determineranno una generale diminuzione delle temperature ma anche un progressivo aumento dell’instabilita’ con probabili temporali, anche di forte intensita’, su gran parte delle nostre regioni, Abruzzo compreso.

Sulla base di tale analisi, il livello di allerta in Abruzzo per eventuali fenomeni intensi viene stimato come moderato e fissato a ‘L2′ su una scala che va da ‘0’ a ‘3’. Nei casi di allerta meteo di livello 2, si invita a prestare attenzione per eventi che localmente potrebbero causare anche danni o situazioni insidiose.

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni generali di cielo sereno o poco nuvoloso con possibili annuvolamenti a ridosso dei rilievi e sul versante orientale; non si escludono addensamenti consistenti sulle zone montuose nel corso del pomeriggio, localmente associati a rovesci temporaleschi, in estensione verso le zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, specie nel tardo pomeriggio. Atteso un graduale rinforzo dei venti di libeccio con probabile Garbino sulle zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, occasionalmente anche lungo la fascia costiera con sensibile brusco aumento delle temperature, che potranno raggiungere i +38°C/+41°C, specie sul versante orientale. Temperature: In aumento, anche sensibile sul versante orientale della nostra Regione. Venti: Inizialmente deboli occidentali sulle zone interne e orientali lungo la fascia costiera. E’ l’analisi meteo elaborata da Giovanni De Palma, Presidente dell’Associazione AbruzzoMeteo, da anni, ormai, punto di riferimento per tutti coloro che seguono le previsioni meteo circa la nostra regione. Il contenuto del bollettino meteo, nello specifico, e’ stato divulgato, alle ore 07, anche sulle pagine del portale abruzzometeo.org, attraverso il quale e’ stato poi diffuso alle varie testate giornalistiche. Nel corso della giornata tenderanno a provenire dai quadranti meridionali, rinforzando, specie sulle zone montuose. Probabile Garbino sulle zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, localmente anche lungo la fascia costiera. Mare: Generalmente poco mosso, localmente mosso dal pomeriggio. » | A cura della Redazione web AN24. Fonte: bollettino meteo a cura di Giovanni De Palma. In SecondaPagina su AN24.