Teramo. Controlli antibusivismo commerciale. Proseguono i controlli interforze lungo la costa.

Le ultime notizie dalle Questure | Teramo – 10 agosto 2017. Rinvenute centinaia di biciclette.La Questura di Teramo, come ogni anno, rinforza il controllo del territorio per assicurare ai residenti ed ai turisti un’estate serena. Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio informativo della Questura di Teramo. I dettagli della nota, della quale viene riportato l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 16, anche mediante il sito internet della Polizia di Stato, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Nei giorni precedenti erano pervenute segnalazioni di numerosi turisti che lamentavano la presenza invadente di venditori abusivi con banchi di vendita a pochi passi dal mare. Nella mattinata di ieri, la Questura di Teramo in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine di Pescara, la Guardia di Finanza e la Polizia Locale ha proceduto con un servizio mirato sul lungo tratto di arenile da Martinsicuro fino a Tortoreto. Sono stati rimossi trenta banchi commerciali abusivi posti lungo la spiaggia i cui gestori si sono dati alla fuga alla vista delle Forze dell’Ordine, il tutto tra gli applausi dei bagnanti. Sono stati rinvenuti e sequestrati circa un centinaio di capi di abbigliamento contraffatti. Inoltre, nei pressi di via Trieste ad Alba Adriatica, sono state rinvenute circa 250 biciclette di verosimile provenienza furtiva, le quali sono state inventariate e poste a disposizione di eventuali aventi diritto negli Uffici del suddetto Comune. I servizi della Polizia di Stato sono proseguiti e nel corso della nottata, gli Agenti della Volante Mare hanno controllato tre cittadini originari del Nord Africa, questi non sono risultati in regola con la normativa sul soggiorno e sono stati deferiti in stato di libertà all’A.G. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa della Polizia di Stato. In PrimaPagina su AN24.