Abruzzo, Consiglio regionale. Impianti termici: "Definitivamente alle Province"

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 16 agosto 2017. Chieti, 16.08.2017. “In maniera decisa e convinta, durante i lavori dell’ultimo Consiglio regionale della settimana scorsa, ho votato a favore alle modifiche apportate alle Legge regionale del 20 ottobre 2015, n. 32 con la quale la Regione Abruzzo riattribuisce alle Province competenze in materia di Energia comprese quelle di controllo degli impianti termici”. Ad annunciarlo e’ il Presidente della Commissione vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo che sottolinea come “finalmente si e’ evitato di creare un ulteriore pasticcio su una materia fondamentale come l’energia e su enti come l’Ops di Chieti che in questi anni hanno garantito in modo lodevole un servizio fondamentale, delicato e strategico. Infatti all’indomani dell’esito referendario del 4 dicembre, – spiega Febbo – in merito alla proposta di revisione costituzionale che come noto prevedeva la soppressione dell’ente Provincia, adesso sappiamo come il controllo delle societa’ come Ops, Alesa e altre non devono piu’ passare alla Regione ma restano appunto nella gestione dell’Ente Provincia. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, in giornata, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 12, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. In questo modo, infatti, e’ possibile garantire l’efficienza e la sussistenza delle partecipate gestori degli impianti termici. Nella malaugurata sorte, invece, dove anche questa delega sarebbe passata alla Regione ci saremmo trovati ad affrontare una nuova crisi ed una confusione gestionale di societa’ con proprio personale dipendente”. “Il dato politico – sottolinea Febbo – resta la grande confusione creata dal Governo Renzi dove testardamente ha volto portare avanti una Riforma costituzionale creando vuoti e anomalie normative mettendo in repentaglio importantissime compiti e deleghe fino ad oggi gestite dalla Provincia come l’importantissima attivita’ di verifica e controllo che da anni societa’ consolidate svolgono sugli impianti garantendo sia la sicurezza dei cittadini sia la riduzione dall’inquinamento ambientale”. “Pertanto – conclude Febbo – le societa’ come Ops e Alesa continueranno ad essere gestite dalla Provincia di Chieti, come tutte le altre Province abruzzesi potranno ancora esercitare il loro controllo su quelle societa’ che gestiscono gli impianti termici, al fine di garantire l’importante lavoro di gestione, controllo e manutenzione degli impianti termici a loro affidati”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.