L’Aquila. Scomparsa di Mauro Zaffiri, imprenditore e grande uomo di sport: il cordoglio del Sindaco Biondi a nome della Municipalità

Le ultime dal Comune di L’Aquila | L’Aquila – 25 agosto 2017. “Suscita sconcerto e profondo rammarico la notizia della scomparsa di Mauro Zaffiri. Con lui se ne va un pezzo di storia della nostra città”. È quanto ha dichiarato il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, alla notizia della scomparsa dell’imprenditore e dirigente sportivo. “Una perdita – ha proseguito il sindaco – che ci fa sentire più poveri. Mauro era una persona lungimirante, ironica, profondamente umana. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio informazione e comunicazione del Comune di L’Aquila. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 14, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Un idealista, testardo, appassionato e generoso. Amava il rugby, la musica, la politica. Pioniere delle radio private, aveva fondato, alla metà degli anni Ottanta, Radio Città, fucina di talenti dove nacquero professionalmente molti giornalisti poi affermatisi nel mondo dell’informazione. Da sempre nel rugby, è stato presidente del Cus, del Comitato regionale Fir e, negli ultimi anni, dell’Aquila Rugby, lavorando per far crescere la squadra, per tenerne in alto il nome, per onorarne la storia e i successi.”. “Mauro per questa città è stato tanto. – sono ancora le parole del primo cittadino – Instancabile organizzatore di eventi, attivo nel sociale con “L’Aquila per la Vita”. Lui, a sua volta, aveva per L’Aquila una passione tumultuosa e viscerale, come una malattia. Una malattia che s’è dovuta presentare in due tempi per abbattere un leone come lui. Dopo tanta fatica – ha concluso il sindaco Biondi – adesso riposa in pace, amico mio”. “Credo che il modo migliore per omaggiarne la memoria – ha concluso Biondi – sia proprio quello di proseguire lungo il solco da lui tracciato, senza disperdere quanto ha costruito in questi anni nel mondo del rugby, che oggi perde una colonna importante ma che deve continuare a rappresentare la città in Italia. Alla famiglia, in particolare alla moglie Antonella e ai figli Giulia e Maurizio, giungano le più commosse condoglianze e l’abbraccio affettuoso mio personale e della Municipalità aquilana tutta”. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.