Abruzzo, Dalla CCIAA di Teramo tre bandi per il sostegno alle imprese

Le ultime in materia di sviluppo imprenditoriale e occupazionale | Pescara – 29 agosto 2017. La Camera di Commercio di Teramo ha lanciato tre interessanti bandi rivolti alle aziende: il bando per la concessione di contributi alle attivita’ economiche dei comuni della provincia di Teramo rientranti nel cratere sismico 2009. Le domande vanno presentate dalle ore 08.00 del 1 ottobre 2017 alle ore 12.00 del 10 dicembre 2017. il bando per la concessione di contributi alle nuove imprese giovanili ed alle imprese femminili – anno 2017. Le domande per usufruire dei contributi, per spese effettuate a partire dal 20 settembre 2017, vanno presentate dalle ore 08.00 del 10 ottobre 2017 fino ad esaurimento risorse, e comunque non oltre il 1 dicembre 2017 il bando per la concessione di contributi alle imprese per la partecipazione ad eventi fieristici internazionali – anno 2017, in scadenza il 10 dicembre 2017. Il primo Bando si articola in due azioni: Sezione 1 – Interventi per la riqualificazione degli esercizi commerciali, artigianali, turistici e della ristorazione. Sezione 2 – Interventi per la nascita di nuove imprese e per investimenti in beni strumentali. La somma stanziata per l’erogazione dei contributi per gli interventi di cui alle Sezioni 1 e 2, ammonta ad € 111.143,89. Possono presentare richiesta per ottenere i contributi le microimprese, le piccole e medie imprese che: abbiano sede legale e/o operativa nei Comuni di Arsita, Castelli, Colledara, Fano Adriano, Montorio al Vomano, Penna S.Andrea, Pietracamela e Tossicia, siano regolarmente iscritte al Registro delle Imprese ed abbiano presentato denuncia di inizio attivita'; esercenti le attivita’ commerciali di vendita al dettaglio, di vicinato, attivita’ di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, ristorazione, attivita’ artigianali di servizio alla persona (acconciatore, estetista, ecc.), attivita’ di produzione e commercio di prodotti artigianali (ceramiche artistiche, prodotti tipici, ecc.); siano in regola con il pagamento del diritto annuale camerale. Nel caso di irregolarita’ con il pagamento del diritto annuale, l’azienda potra’ procedere alla regolarizzazione entro il termine perentorio di giorni 10 dalla data di comunicazione dell’Ente camerale pena esclusione dal contributo. Per motivi di economicita’ del procedimento non verra’ richiesta la regolarizzazione e si procedera’ all’ammissione nel caso di importi dovuti non superiori ad € 5,00; non si trovino in stato di liquidazione o scioglimento e non siano sottoposte a procedure concorsuali. Il contributo riconoscibile e’ pari al 60% dell’importo complessivo delle spese sostenute (al netto di IVA e di altre imposte e tasse), sino ad una misura massima di contributo di € 5.000. Potranno usufruire del contributo i programmi di investimento il cui costo minimo sia pari o superiore ad € 2.500 Nel caso del bando per imprese femminili e giovanili (giovani di eta’ compresa tra 18 e 35 anni) aventi sede legale e/o operativa nella Provincia di Teramo sono ammissibili le spese per: 1) l’acquisto di beni strumentali materiali e immateriali. Ai fini del presente contributo, per beni strumentali si intendono i beni di investimento e ammortizzabili destinati ad essere utilizzati durevolmente nell’attivita’ d’impresa; 2) investimenti finalizzati alla adozione di metodi per il risparmio energetico e l’efficientamento energetico. L’aiuto consiste in un contributo in conto capitale a fondo perduto, pari al 50% delle spese sostenute (IVA esclusa) dall’impresa, fino ad un massimale contributivo pari a € 2.000 per azienda. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio stampa di Abruzzo Sviluppo. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 10, anche sulle pagine del portale web della societa’ in house della Regione Abruzzo, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Potranno usufruire del contributo i programmi di investimento il cui costo minimo sia pari o superiore ad € 2.500. Infine il terzo bando, per la partecipazione a fiere internazionali, prevede contributi per affitto spazi espositivi; allestimento dello stand; spese di iscrizione per la partecipazione ad eventi/iniziative/b2b/missioni organizzate all’estero da ICE Agenzia; trasporto a destinazione di materiali prodotti (solo campionario). Per tutti i dettagli vi rimandiamo alla consultazione di singoli bandi. CCIAA Teramo, cratere sismico 2009, fiere, imprese femminili, imprese giovanili | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa di Abruzzo Sviluppo. In SecondaPagina su AN24.